Ricette tradizionali

La storia dei cibi di Hanukkah con lo storico e il rabbino Gil Marks

La storia dei cibi di Hanukkah con lo storico e il rabbino Gil Marks

Hanukkah ("dedica" in ebraico) commemora la ridedicazione del Tempio di Gerusalemme da parte degli Asmonei (Maccabei) nel 165 a.C. Fino al 20ns secolo in America, Hanukkah era una festa molto minore con pochi piatti specifici. Infatti, fino al 14ns secolo, non c'erano registrazioni di alcun piatto tradizionale di Hanukkah. Quindi sono emersi due tipi di alimenti: cibi fritti e latticini.

I cibi fritti, associati all'accensione della menorah (candelabro), divennero il tipo principale di cibo di Hanukkah. Latticini e, in particolare, formaggi, sono emersi a causa di un malinteso di uno dei libri degli Apocrifi, Giuditta. Il testo, composto intorno al 115 a.C., narra di Giuditta, giovane vedova di una città assediata dai Babilonesi, che si infiltrò nel campo nemico, diede da mangiare al comandante generale formaggio salato per indurre la sete, lo riempì di vino per placare la sua sete finché il generale cadde in uno stato di torpore da ubriaco, poi gli tagliò la testa con la sua stessa spada. In risposta alla perdita del loro capo, l'esercito nemico fu preso dal panico e fuggì. La tempistica di questa storia in realtà precede il periodo seleucide di quattro secoli, ma durante il Medioevo, quando gli ebrei non possedevano più il testo originale di Giuditta, il racconto orale fu associato alla rivoluzione asmonea e Giuditta divenne variamente zia o figlia di Giuda. Maccabeo.

I sefarditi preparano tipicamente varie ciambelle rudimentali (bimuelos e loukoumades) e pasticcini fritti, come shamlias (strisce di pasta fritta) e zalabiya (pastella versata nell'olio caldo in una spirale sottile, simile alle torte ad imbuto Amish, e ricoperta di sciroppo o miele). Gli ebrei nordafricani si divertono debla, pasta arrotolata a forma di rosa, fritta e intinta nello zucchero o nel miele. Pezzi di pasta lievitata a forma di diamante fritti in padella con salsa di miele italiana chiamati frittelle.I Bene Israel in India preparano una pasta fritta a base di latte chiamata Gulab Jamun.

Tra gli ashkenaziti, il ruolo fritto è stato infine ricoperto da blintze, ciambelle e soprattutto latkes (frittelle). I latke originali erano fatti con la ricotta, soddisfacendo le due usanze culinarie predominanti di Hanukkah in un piatto. Tuttavia, il nord Europa aveva poco olio a disposizione e, quindi, le frittelle erano tipicamente fritte nello schmaltz (grasso di pollo reso), che ha portato a latkes di grano saraceno e, a metà del 19ns secolo, all'ormai iconico latke di patate.

Un piatto dell'Europa orientale meno conosciuto era ritachlich (ravanello nero grattugiato fritto in schmaltz). nel 20ns secolo, la ciambella di gelatina polacca (ponchik) si diresse in Israele, assumendo il nome ebraico sufganiyot, e successivamente è emerso come il cibo Hanukkah israeliano più popolare, venduto durante gli otto giorni del festival in quasi tutti i panifici e i mercati. Anche i kugel di pasta al latte, gli gnocchi al formaggio, le cheesecake e il rugelach sono diventati cibi comuni ashkenaziti per il festival. Gli ebrei russi servono zuppa d'orzo con panna acida, mentre gli ungheresi potrebbero offrirne un po' delkelekh (panini al formaggio).

Come per altre festività, i piatti stagionali sono diventati il ​​cibo tradizionale di Hanukkah. Storicamente, tutti gli animali domestici non necessari, generalmente maschi e femmine anziane oltre il periodo riproduttivo, venivano macellati prima dell'inizio dell'inverno e della conseguente necessità di spendere risorse vitali per nutrirli, corrispondente a Hanukkah. Le oche erano i volatili predominanti degli Ashkenazim occidentali, con molte famiglie che allevavano almeno un piccolo gregge per fornire uova e carne occasionale, generalmente mangiata solo in occasioni speciali. Nell'Europa orientale, questo ruolo fu sostituito dal bestiame e, poiché la maggior parte degli ashkenaziti poteva permettersi al massimo il petto duro e poco costoso, divenne in molte famiglie ashkenazite il cibo tradizionale dell'hanukkah del Sabbath. In America, il petto ha raccolto interessanti varianti, tra cui zuppa di cipolle, ananas, mirtilli rossi e cola. Come puoi vedere, il cibo non rimane statico.

Clicca qui per vedere la ricetta dei Latkes di patate fatti in casa di Gil Marks.

(Gil Marks è autore di numerosi libri, compreso quello di recente pubblicazione L'Enciclopedia del cibo ebraico e il vincitore del James Beard Award Olivi e Miele.)


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico del cibo - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione non riempita condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste e solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico del cibo - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione vuota condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste e solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico dell'alimentazione - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione non riempita condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste e solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico del cibo - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione non riempita condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste, solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico del cibo - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione non riempita condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste e solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico dell'alimentazione - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione non riempita condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste e solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico del cibo - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione non riempita condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste, solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico dell'alimentazione - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione non riempita condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste, solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico dell'alimentazione - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione vuota condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste, solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Babka al cioccolato ubriaco (Shikker Babka)

Il babka in stile ebraico è una pasta lievitata simile al pane a strati con voluttuosi ripieni di ripieno, dal cioccolato o cannella alla frutta secca, formaggio e noci. E che sia grazie al rinnovato interesse per la cucina ashkenazita, a chef come Uri Scheft, che ha praticamente costruito un impero di prodotti da forno sulla base delle sue ricette stellari, o alla sua straordinaria capacità di Instagram, babka sta vivendo una rinascita.

Ma per tutte le varianti, ce n'è una che sembra essere stata abbandonata alla storia, fino ad ora. Nel Enciclopedia del cibo ebraico, il compianto rabbino Gil Marks - un rinomato storico del cibo - nota che per Purim servirebbero alcuni fornai "shikkera babka (letteralmente "nonna ubriaca", una versione non riempita condita con uno sciroppo corretto con whisky o rum, simile a un francese savarin e baba al rum (tecnicamente babka au rum). Anche se quella versione probabilmente assomigliava di più al babka polacco a forma di turbante, ispira ancora questa domanda: perché? non un babka al cioccolato e cannella inzuppato? La risposta: questo babka pronto per le feste, solo per adulti.

Suggerimenti per gli astemi: Se desideri un babka al cioccolato e cannella, ma non l'alcol, puoi omettere il rum. Basta immergere l'uvetta in acqua tiepida e spennellare il babka con lo sciroppo di zucchero quanto basta per glassare le cime - non c'è bisogno di fare dei buchi prima.

Stato Kosher: Latticini o Pareve


Guarda il video: APAKAH MARKUS 16:9-20 BAGIAN ASLI INJIL ATAU SISIPAN? (Ottobre 2021).