Ricette tradizionali

16 anni lancia Cake.af

16 anni lancia Cake.af

Il servizio collega i clienti a nuovi ristoranti e offre corse Uber gratuite

Il servizio è disponibile per i consumatori di Los Angeles, New York e San Francisco.

Il sedicenne Daniel Singer, fondatore di diverse startup tecnologiche, ha appena lanciato Cake.af, un servizio che porta i clienti in nuovi ristoranti e aiuta i ristoranti a riempire i tavoli vuoti. Il servizio, lanciato la scorsa settimana, è disponibile in tre mercati: Los Angeles, New York e San Francisco, secondo un comunicato.

I clienti si iscrivono al servizio gratuito inviando l'emoji "torta" a torta.af, o scrivendo al 574-742-4191. e mezzogiorno del giorno di, con orari di prenotazione. Se il cliente accetta l'invito, verrà inviato un Uber per fornire un passaggio gratuito al ristorante.

"Con Cake.af, i consumatori possono sentirsi dei VIP con un'auto che si presenta alla loro porta per portarli fuori per un ottimo pasto", ha affermato il creatore di Cake.af Daniel Singer. “Anche se devono ancora pagare per il cibo, Cake.af rende la serata più facile e meno stressante. I ristoranti che si iscrivono ora hanno un nuovo modo per aiutare a riempire i tavoli durante i periodi lenti della settimana e i consumatori sono esposti a nuovi ristoranti. È una vittoria per tutti!”

Gli inviti vengono inviati a tutti gli utenti in ciascuna rispettiva città e le prenotazioni vengono prese per primo arrivato, primo servito, quindi una risposta rapida è fondamentale. Viene data maggiore priorità agli utenti frequenti del servizio, nonché a coloro che hanno risposto "sì" a un invito ma il ristorante non è stato in grado di accoglierli. È anche importante notare che sebbene sia fornito il servizio Uber per raggiungere il ristorante, è necessario elaborare i propri piani di trasporto dopo il pasto.

Dai un'occhiata alla nostra carrellata dei migliori ristoranti di New York City.


Un dolce concerto: 16 anni apre Md. bakery

WASHINGTON — La maggior parte degli adolescenti trascorre il proprio tempo libero assorbita dai social media e dai selfie, ma la sedicenne Bree Britt non è come la maggior parte degli adolescenti.

Ogni giorno alle 15:50, Bree scende dallo scuolabus in una piccola striscia di vetrine in Livingston Road ad Accokeek, nel Maryland. E sotto una tenda bianca che recita "Bree's Sweet Treats", l'adolescente si trasforma da studente di liceo a imprenditore.

"A seconda di quanto è impegnativa la giornata e cosa dobbiamo fare per il giorno successivo, sarò qui", dice Bree mentre è seduta a un tavolo nella sezione caffetteria del suo negozio.

La studentessa della St. Mary's Ryken High School ha aperto la sua panetteria nel 2013 dopo aver lanciato un'attività di pasticceria online di successo quando aveva 12 anni. Ma il viaggio di Bree nella creazione di dolciumi è iniziato molto prima che raggiungesse la doppia cifra.

"Quando avevo 5 anni, verso i 6, ero completamente attiva in cucina con entrambe le mie nonne", dice Bree. La cottura al forno doveva essere una distrazione per Bree, il cui padre ha sofferto di un trauma cranico mentre prestava servizio nell'esercito ed era in stato vegetativo quando era giovane.

“E quando mio nonno è tornato a casa, era il nostro assaggiatore. ... Lo adorava. Dopo una dura giornata di lavoro, è tornato a casa con del buon cibo e delle prelibatezze", dice.

Bree Britt, 16 anni, è nella cucina della sua panetteria del Maryland. (WTOP/Rachel Nania)

All'inizio, le lezioni di Bree in cucina erano per lo più istruzioni, ma man mano che progrediva, le sue nonne lasciarono che fosse Bree a prendere l'iniziativa.

"Ho continuato a cucinare nel corso degli anni, col passare del tempo, ed era una specie di mio hobby, soprattutto durante la scuola media", dice Bree, che, oltre a cucinare per suo nonno, ha iniziato a consegnare dolci alle feste in ufficio per le sue zie e zii.

Bree si è resa conto che voleva portare i suoi talenti al livello successivo dopo essere stata incaricata di preparare il dessert per la festa Sweet 16 di suo cugino.

“È stato un momento molto creativo per me, non volevo fare qualcosa di ordinario, come una torta normale. Volevo fare qualcosa che stupisse le persone", dice.

Bree prendeva molto sul serio il suo lavoro. "All'epoca, avevo una piccola cassaforte e ci ho messo la ricetta e ho disegnato i piani per essa e avevo ogni descrizione in essa."

Per la festa, ha costruito 50 spiedini di torta con una salsa di accompagnamento fatta in casa. Alla fine della notte, ogni briciola era sparita. Fu allora che Bree decise di sedersi e parlare con sua madre della cottura professionale.

“Le ho detto: ‘Mi piace farlo. lo faccio davvero. E mi rende davvero felice, e mi piacerebbe trasformarlo in qualcosa di più.'”

La mamma di Bree, Charmaine, ammette che all'inizio era un po' scettica sulle idee di sua figlia, ma alla fine le ha offerto il suo sostegno. "Ci è voluto un po' di tempo per convincerla, e così per trovare un compromesso, le ho detto che poteva iniziare prima online e la troveremo da qualche parte dove cucinare e io la consegnerò", dice.

Bree ha dimostrato di poter mantenere i suoi voti d'onore, il tutto mescolando l'impasto e portandolo dentro. Bree's Sweet Treats ha aperto il suo negozio attuale e solo il mese scorso si è ampliato per includere un menu di un bar e un'area salotto.

Tornata in cucina, Bree prepara una varietà di cupcakes, torte, cake pops, biscotti, brownies, torte e pane dolce, ma solo dopo aver finito i compiti.

"Di solito tendo a fare prima la maggior parte dei compiti e poi vado a lavorare, perché i miei voti sono molto importanti per me", dice.

Quando è a scuola e studia, sua madre gestisce la panetteria, insieme all'aiuto della nonna e della bisnonna di Bree.

"È davvero diventata un'azienda di famiglia", afferma Charmaine. “Abbiamo quattro generazioni che in realtà hanno un input su ciò che accade qui.”

Bree mette anche il suo fratellino al lavoro quando si tratta di pulire e cerca di insegnare a sua sorella, 6 anni, il più possibile quando si tratta di cucinare.

Durante i mesi estivi, Bree assume un ruolo più impegnativo: concede alla mamma una pausa e interviene per gestire l'attività.

"Ha avuto la sua mano in ogni aspetto del business, ed è stato fantastico", dice Charmaine.

Bree ha conquistato lo stomaco della gente del posto pazza di zucchero, ma la sua attività ha anche attirato l'attenzione di diversi college e università, ansiosi di incontrare l'ambiziosa adolescente. E anche Bree ha gli occhi puntati sulle scuole interessate. Sa cosa vuole in futuro, e questo è essere un veterinario.

"So che è una svolta a sinistra da dove mi trovo adesso, ma onestamente lo desideravo da molto tempo, e niente mi ha davvero cambiato idea", dice.

Questo non vuol dire che getterà il grembiule e abbandonerà la cottura. Bree sta esaminando i programmi scolastici di cucina per questa estate e dice che potrebbe anche provare a rilanciare la sua attività online mentre è al college.

I fan locali della pasticceria non devono preoccuparsi: Charmaine ha intenzione di mantenere aperta la sede di Accokeek anche in assenza di sua figlia per aiutare Bree a realizzare il sogno di suo padre, scomparso nel 2013.

"Ha sempre detto che sarebbe diventato milionario entro i 40 anni, e sto cercando di realizzare il suo sogno", dice Bree. "Lui è anche una parte importante della panetteria e tutta la nostra famiglia lo è, i nostri sostenitori... e i nostri clienti sono come la nostra famiglia. Questa è la famiglia dei Bree's Sweet Treats."


Un dolce concerto: 16 anni apre Md. bakery

WASHINGTON — La maggior parte degli adolescenti trascorre il proprio tempo libero assorbita dai social media e dai selfie, ma la sedicenne Bree Britt non è come la maggior parte degli adolescenti.

Ogni giorno alle 15:50, Bree scende dallo scuolabus in una piccola striscia di vetrine in Livingston Road ad Accokeek, nel Maryland. E sotto una tenda bianca che recita "Bree's Sweet Treats", l'adolescente si trasforma da studente di liceo a imprenditore.

"A seconda di quanto è impegnativa la giornata e cosa dobbiamo fare per il giorno successivo, sarò qui", dice Bree mentre è seduta a un tavolo nella sezione caffetteria del suo negozio.

La studentessa della St. Mary's Ryken High School ha aperto la sua panetteria nel 2013 dopo aver lanciato un'attività di pasticceria online di successo quando aveva 12 anni. Ma il viaggio di Bree nella creazione di dolciumi è iniziato molto prima che raggiungesse la doppia cifra.

"Quando avevo 5 anni, verso i 6, ero completamente attiva in cucina con entrambe le mie nonne", dice Bree. La cottura al forno doveva essere una distrazione per Bree, il cui padre ha sofferto di un trauma cranico mentre prestava servizio nell'esercito ed era in stato vegetativo quando era giovane.

“E quando mio nonno è tornato a casa, era il nostro assaggiatore. ... Lo adorava. Dopo una dura giornata di lavoro, è tornato a casa con del buon cibo e delle prelibatezze", dice.

Bree Britt, 16 anni, è nella cucina della sua panetteria del Maryland. (WTOP/Rachel Nania)

All'inizio, le lezioni di Bree in cucina erano per lo più istruzioni, ma man mano che progrediva, le sue nonne lasciarono che fosse Bree a prendere l'iniziativa.

"Ho continuato a cucinare nel corso degli anni, col passare del tempo, ed era una specie di mio hobby, soprattutto durante la scuola media", dice Bree, che, oltre a cucinare per suo nonno, ha iniziato a consegnare dolci alle feste in ufficio per le sue zie e zii.

Bree si è resa conto che voleva portare i suoi talenti al livello successivo dopo essere stata incaricata di preparare il dessert per la festa Sweet 16 di suo cugino.

“È stato un momento molto creativo per me, non volevo fare qualcosa di ordinario, come una torta normale. Volevo fare qualcosa che stupisse le persone", dice.

Bree prendeva molto sul serio il suo lavoro. "All'epoca, avevo una piccola cassaforte e ci ho messo la ricetta e ho disegnato i piani per essa e avevo ogni descrizione in essa."

Per la festa, ha costruito 50 spiedini di torta con una salsa di accompagnamento fatta in casa. Alla fine della notte, ogni briciola era sparita. Fu allora che Bree decise di sedersi e parlare con sua madre della cottura professionale.

“Le ho detto: ‘Mi piace farlo. lo faccio davvero. E mi rende davvero felice, e mi piacerebbe trasformarlo in qualcosa di più.'”

La mamma di Bree, Charmaine, ammette che all'inizio era un po' scettica sulle idee di sua figlia, ma alla fine le ha offerto il suo sostegno. "Ci è voluto un po' per essere convincente, e così per trovare un compromesso, le ho detto che poteva iniziare prima online e la troveremo da qualche parte dove cucinare e io consegnerò", dice.

Bree ha dimostrato di poter mantenere i suoi voti d'onore, il tutto mescolando l'impasto e portandolo dentro. Bree's Sweet Treats ha aperto il suo negozio attuale e solo il mese scorso si è ampliato per includere un menu di un bar e un'area salotto.

Tornata in cucina, Bree prepara una varietà di cupcakes, torte, cake pops, biscotti, brownies, torte e pane dolce, ma solo dopo aver finito i compiti.

"Di solito tendo a fare prima la maggior parte dei compiti e poi vado a lavorare, perché i miei voti sono molto importanti per me", dice.

Quando è a scuola e studia, sua madre gestisce la panetteria, insieme all'aiuto della nonna e della bisnonna di Bree.

"È davvero diventata un'azienda di famiglia", afferma Charmaine. “Abbiamo quattro generazioni che in realtà hanno un input su ciò che accade qui.”

Bree mette anche il suo fratellino al lavoro quando si tratta di pulire e cerca di insegnare a sua sorella, 6 anni, il più possibile quando si tratta di cucinare.

Durante i mesi estivi, Bree assume un ruolo più impegnativo: concede alla mamma una pausa e interviene per gestire l'attività.

"Ha avuto la sua mano in ogni aspetto del business, ed è stato fantastico", dice Charmaine.

Bree ha conquistato lo stomaco della gente del posto pazza di zucchero, ma la sua attività ha anche attirato l'attenzione di diversi college e università, ansiosi di incontrare l'ambiziosa adolescente. E anche Bree ha gli occhi puntati sulle scuole interessate. Sa cosa vuole in futuro, e questo è essere un veterinario.

"So che è una svolta a sinistra da dove mi trovo adesso, ma onestamente lo desideravo da molto tempo, e niente mi ha davvero cambiato idea", dice.

Questo non vuol dire che getterà il grembiule e abbandonerà la cottura. Bree sta esaminando i programmi scolastici di cucina per questa estate e dice che potrebbe anche provare a rilanciare la sua attività online mentre è al college.

I fan locali della pasticceria non devono preoccuparsi: Charmaine ha intenzione di mantenere aperta la sede di Accokeek anche in assenza di sua figlia per aiutare Bree a realizzare il sogno di suo padre, scomparso nel 2013.

"Ha sempre detto che sarebbe diventato milionario entro i 40 anni, e sto cercando di realizzare il suo sogno", dice Bree. "Lui è anche una parte importante della panetteria e tutta la nostra famiglia lo è, i nostri sostenitori... e i nostri clienti sono come la nostra famiglia. Questa è la famiglia dei Bree's Sweet Treats."


Un dolce concerto: 16 anni apre Md. bakery

WASHINGTON — La maggior parte degli adolescenti trascorre il proprio tempo libero assorbita dai social media e dai selfie, ma la sedicenne Bree Britt non è come la maggior parte degli adolescenti.

Ogni giorno alle 15:50, Bree scende dallo scuolabus in una piccola striscia di vetrine in Livingston Road ad Accokeek, nel Maryland. E sotto una tenda bianca che recita "Bree's Sweet Treats", l'adolescente si trasforma da studente di liceo a imprenditore.

"A seconda di quanto è impegnativa la giornata e cosa dobbiamo fare per il giorno successivo, sarò qui", dice Bree mentre è seduta a un tavolo nella sezione caffetteria del suo negozio.

La studentessa della St. Mary's Ryken High School ha aperto la sua panetteria nel 2013 dopo aver lanciato un'attività di pasticceria online di successo quando aveva 12 anni. Ma il viaggio di Bree nella creazione di dolciumi è iniziato molto prima che raggiungesse la doppia cifra.

"Quando avevo 5 anni, verso i 6, ero completamente attiva in cucina con entrambe le mie nonne", dice Bree. La cottura al forno doveva essere una distrazione per Bree, il cui padre ha sofferto di un trauma cranico mentre prestava servizio nell'esercito ed era in stato vegetativo quando era giovane.

“E quando mio nonno è tornato a casa, era il nostro assaggiatore. ... Lo adorava. Dopo una dura giornata di lavoro, è tornato a casa con del buon cibo e delle prelibatezze", dice.

Bree Britt, 16 anni, è nella cucina della sua panetteria del Maryland. (WTOP/Rachel Nania)

All'inizio, le lezioni di Bree in cucina erano per lo più istruzioni, ma man mano che progrediva, le sue nonne lasciarono che fosse Bree a prendere l'iniziativa.

"Ho continuato a cucinare nel corso degli anni, col passare del tempo, ed era una specie di mio hobby, soprattutto durante la scuola media", dice Bree, che, oltre a cucinare per suo nonno, ha iniziato a consegnare dolci alle feste in ufficio per le sue zie e zii.

Bree si è resa conto che voleva portare i suoi talenti al livello successivo dopo essere stata incaricata di preparare il dessert per la festa Sweet 16 di suo cugino.

“È stato un momento molto creativo per me, non volevo fare qualcosa di ordinario, come una torta normale. Volevo fare qualcosa che stupisse le persone", dice.

Bree prendeva molto sul serio il suo lavoro. "All'epoca, avevo una piccola cassaforte e ci ho messo la ricetta e ho disegnato i piani per essa e avevo ogni descrizione in essa."

Per la festa, ha costruito 50 spiedini di torta con una salsa di accompagnamento fatta in casa. Alla fine della notte, ogni briciola era sparita. Fu allora che Bree decise di sedersi e parlare con sua madre della cottura professionale.

“Le ho detto: ‘Mi piace farlo. lo faccio davvero. E mi rende davvero felice, e mi piacerebbe trasformarlo in qualcosa di più.'”

La mamma di Bree, Charmaine, ammette che all'inizio era un po' scettica sulle idee di sua figlia, ma alla fine le ha offerto il suo sostegno. "Ci è voluto un po' per essere convincente, e così per trovare un compromesso, le ho detto che poteva iniziare prima online e la troveremo da qualche parte dove cucinare e io consegnerò", dice.

Bree ha dimostrato di poter mantenere i suoi voti d'onore, il tutto mescolando l'impasto e portandolo dentro. Bree's Sweet Treats ha aperto il suo negozio attuale e solo il mese scorso si è ampliato per includere un menu di un bar e un'area salotto.

Tornata in cucina, Bree prepara una varietà di cupcakes, torte, cake pops, biscotti, brownies, torte e pane dolce, ma solo dopo aver finito i compiti.

"Di solito tendo a fare prima la maggior parte dei compiti e poi vado a lavorare, perché i miei voti sono molto importanti per me", dice.

Quando è a scuola e studia, sua madre gestisce la panetteria, insieme all'aiuto della nonna e della bisnonna di Bree.

"È diventata davvero un'azienda di famiglia", afferma Charmaine. “Abbiamo quattro generazioni che in realtà hanno un input su ciò che accade qui.”

Bree mette anche il fratellino al lavoro quando si tratta di pulire e cerca di insegnare a sua sorella, 6 anni, il più possibile quando si tratta di cucinare.

Durante i mesi estivi, Bree assume un ruolo più impegnativo: concede alla mamma una pausa e interviene per gestire l'attività.

"Ha avuto la sua mano in ogni aspetto del business, ed è stato fantastico", dice Charmaine.

Bree ha conquistato lo stomaco della gente del posto impazzita per lo zucchero, ma la sua attività ha anche attirato l'attenzione di diversi college e università, ansiosi di incontrare l'ambiziosa adolescente. E anche Bree ha gli occhi puntati sulle scuole interessate. Sa cosa vuole in futuro, e questo è essere un veterinario.

"So che è una svolta a sinistra da dove mi trovo adesso, ma onestamente lo desideravo da molto tempo, e niente mi ha davvero cambiato idea", dice.

Questo non vuol dire che getterà il grembiule e abbandonerà la cottura. Bree sta esaminando i programmi scolastici di cucina per questa estate e dice che potrebbe anche provare a rilanciare la sua attività online mentre è al college.

I fan locali della pasticceria non devono preoccuparsi: Charmaine ha intenzione di mantenere aperta la sede di Accokeek anche in assenza di sua figlia per aiutare Bree a realizzare il sogno di suo padre, scomparso nel 2013.

"Ha sempre detto che sarebbe diventato milionario entro i 40 anni, e sto cercando di realizzare il suo sogno", dice Bree. "Lui è anche una parte importante della panetteria e tutta la nostra famiglia lo è, i nostri sostenitori... e i nostri clienti sono come la nostra famiglia. Questa è la famiglia dei Bree's Sweet Treats."


Un dolce concerto: 16 anni apre Md. bakery

WASHINGTON — La maggior parte degli adolescenti trascorre il proprio tempo libero assorbita dai social media e dai selfie, ma la sedicenne Bree Britt non è come la maggior parte degli adolescenti.

Ogni giorno alle 15:50, Bree scende dallo scuolabus in una piccola striscia di vetrine in Livingston Road ad Accokeek, nel Maryland. E sotto una tenda bianca che recita "Bree's Sweet Treats", l'adolescente si trasforma da studente di liceo a imprenditore.

"A seconda di quanto è impegnativa la giornata e cosa dobbiamo fare per il giorno successivo, sarò qui", dice Bree mentre è seduta a un tavolo nella sezione caffetteria del suo negozio.

La studentessa della St. Mary's Ryken High School ha aperto la sua panetteria nel 2013 dopo aver lanciato un'attività di pasticceria online di successo quando aveva 12 anni. Ma il viaggio di Bree nella creazione di dolciumi è iniziato molto prima che raggiungesse la doppia cifra.

"Quando avevo 5 anni, verso i 6, ero completamente attiva in cucina con entrambe le mie nonne", dice Bree. La cottura al forno doveva essere una distrazione per Bree, il cui padre ha sofferto di un trauma cranico mentre prestava servizio nell'esercito ed era in stato vegetativo quando era giovane.

“E quando mio nonno è tornato a casa, era il nostro assaggiatore. ... Lo adorava. Dopo una dura giornata di lavoro, è tornato a casa con del buon cibo e delle prelibatezze", dice.

Bree Britt, 16 anni, è nella cucina della sua panetteria del Maryland. (WTOP/Rachel Nania)

All'inizio, le lezioni di Bree in cucina erano per lo più istruzioni, ma man mano che progrediva, le sue nonne lasciarono che fosse Bree a prendere l'iniziativa.

"Ho continuato a cucinare nel corso degli anni, col passare del tempo, ed era una specie di mio hobby, soprattutto durante la scuola media", dice Bree, che, oltre a cucinare per suo nonno, ha iniziato a consegnare dolci alle feste in ufficio per le sue zie e zii.

Bree si è resa conto che voleva portare i suoi talenti al livello successivo dopo essere stata incaricata di preparare il dessert per la festa Sweet 16 di suo cugino.

“È stato un momento molto creativo per me, non volevo fare qualcosa di ordinario, come una torta normale. Volevo fare qualcosa che stupisse le persone", dice.

Bree prendeva molto sul serio il suo lavoro. "All'epoca, avevo una piccola cassaforte e ci ho messo la ricetta e ho disegnato i piani per essa e avevo ogni descrizione in essa."

Per la festa, ha costruito 50 spiedini di torta con una salsa di accompagnamento fatta in casa. Alla fine della notte, ogni briciola era sparita. Fu allora che Bree decise di sedersi e parlare con sua madre della cottura professionale.

“Le ho detto: ‘Mi piace farlo. lo faccio davvero. E mi rende davvero felice, e mi piacerebbe trasformarlo in qualcosa di più.'”

La mamma di Bree, Charmaine, ammette che all'inizio era un po' scettica sulle idee di sua figlia, ma alla fine le ha offerto il suo sostegno. "Ci è voluto un po' per essere convincente, e così per trovare un compromesso, le ho detto che poteva iniziare prima online e la troveremo da qualche parte dove cucinare e io consegnerò", dice.

Bree ha dimostrato di poter mantenere i suoi voti d'onore, il tutto mescolando l'impasto e portandolo dentro. Bree's Sweet Treats ha aperto il suo negozio attuale e solo il mese scorso si è ampliato per includere un menu di un bar e un'area salotto.

Tornata in cucina, Bree prepara una varietà di cupcakes, torte, cake pops, biscotti, brownies, torte e pane dolce, ma solo dopo aver finito i compiti.

"Di solito tendo a fare prima la maggior parte dei compiti e poi vado a lavorare, perché i miei voti sono molto importanti per me", dice.

Quando è a scuola e studia, sua madre gestisce la panetteria, insieme all'aiuto della nonna e della bisnonna di Bree.

"È diventata davvero un'azienda di famiglia", afferma Charmaine. “Abbiamo quattro generazioni che in realtà hanno un input su ciò che accade qui.”

Bree mette anche il suo fratellino al lavoro quando si tratta di pulire e cerca di insegnare a sua sorella, 6 anni, il più possibile quando si tratta di cucinare.

Durante i mesi estivi, Bree assume un ruolo più impegnativo: concede alla mamma una pausa e interviene per gestire l'attività.

"Ha avuto la sua mano in ogni aspetto del business, ed è stato fantastico", dice Charmaine.

Bree ha conquistato lo stomaco della gente del posto impazzita per lo zucchero, ma la sua attività ha anche attirato l'attenzione di diversi college e università, ansiosi di incontrare l'ambiziosa adolescente. E anche Bree ha gli occhi puntati sulle scuole interessate. Sa cosa vuole in futuro, e questo è essere un veterinario.

"So che è una svolta a sinistra da dove mi trovo adesso, ma onestamente lo desideravo da molto tempo, e niente mi ha davvero cambiato idea", dice.

Questo non vuol dire che getterà il grembiule e abbandonerà la cottura. Bree sta esaminando i programmi scolastici di cucina per questa estate e dice che potrebbe anche provare a rilanciare la sua attività online mentre è al college.

I fan locali della pasticceria non devono preoccuparsi: Charmaine ha intenzione di mantenere aperta la sede di Accokeek anche in assenza di sua figlia per aiutare Bree a realizzare il sogno di suo padre, scomparso nel 2013.

"Ha sempre detto che sarebbe diventato milionario entro i 40 anni, e sto cercando di realizzare il suo sogno", dice Bree. "Lui è anche una parte importante della panetteria e tutta la nostra famiglia lo è, i nostri sostenitori... e i nostri clienti sono come la nostra famiglia. Questa è la famiglia dei Bree's Sweet Treats."


Un dolce concerto: 16 anni apre Md. bakery

WASHINGTON — La maggior parte degli adolescenti trascorre il proprio tempo libero assorbita dai social media e dai selfie, ma la sedicenne Bree Britt non è come la maggior parte degli adolescenti.

Ogni giorno alle 15:50, Bree scende dallo scuolabus in una piccola striscia di vetrine in Livingston Road ad Accokeek, nel Maryland. E sotto una tenda bianca che recita "Bree's Sweet Treats", l'adolescente si trasforma da studente di liceo a imprenditore.

"A seconda di quanto è impegnativa la giornata e cosa dobbiamo fare per il giorno successivo, sarò qui", dice Bree mentre è seduta a un tavolo nella sezione caffetteria del suo negozio.

La studentessa della St. Mary's Ryken High School ha aperto la sua panetteria nel 2013 dopo aver lanciato un'attività di pasticceria online di successo quando aveva 12 anni. Ma il viaggio di Bree nella creazione di dolciumi è iniziato molto prima che raggiungesse la doppia cifra.

"Quando avevo 5 anni, verso i 6, ero completamente attiva in cucina con entrambe le mie nonne", dice Bree. La cottura al forno doveva essere una distrazione per Bree, il cui padre ha sofferto di un trauma cranico mentre prestava servizio nell'esercito ed era in stato vegetativo quando era giovane.

“E quando mio nonno è tornato a casa, era il nostro assaggiatore. ... Lo adorava. Dopo una dura giornata di lavoro, è tornato a casa con del buon cibo e delle prelibatezze", dice.

Bree Britt, 16 anni, è nella cucina della sua panetteria del Maryland. (WTOP/Rachel Nania)

All'inizio, le lezioni di Bree in cucina erano per lo più istruzioni, ma man mano che progrediva, le sue nonne lasciarono che fosse Bree a prendere l'iniziativa.

"Ho continuato a cucinare nel corso degli anni, col passare del tempo, ed era una specie di mio hobby, soprattutto durante la scuola media", dice Bree, che, oltre a cucinare per suo nonno, ha iniziato a consegnare dolci alle feste in ufficio per le sue zie e zii.

Bree si è resa conto che voleva portare i suoi talenti al livello successivo dopo essere stata incaricata di preparare il dessert per la festa Sweet 16 di suo cugino.

“È stato un momento molto creativo per me, non volevo fare qualcosa di ordinario, come una torta normale. Volevo fare qualcosa che stupisse le persone", dice.

Bree prendeva molto sul serio il suo lavoro. "All'epoca, avevo una piccola cassaforte e ci ho messo la ricetta e ho disegnato i piani per essa e avevo ogni descrizione in essa."

Per la festa, ha costruito 50 spiedini di torta con una salsa di accompagnamento fatta in casa. Alla fine della notte, ogni briciola era sparita. Fu allora che Bree decise di sedersi e parlare con sua madre della cottura professionale.

“Le ho detto: ‘Mi piace farlo. lo faccio davvero. E mi rende davvero felice, e mi piacerebbe trasformarlo in qualcosa di più.'”

La mamma di Bree, Charmaine, ammette che all'inizio era un po' scettica sulle idee di sua figlia, ma alla fine le ha offerto il suo sostegno. "Ci è voluto un po' per essere convincente, e così per trovare un compromesso, le ho detto che poteva iniziare prima online e la troveremo da qualche parte dove cucinare e io consegnerò", dice.

Bree ha dimostrato di poter mantenere i suoi voti d'onore, il tutto mescolando l'impasto e portandolo dentro. Bree's Sweet Treats ha aperto il suo negozio attuale e solo il mese scorso si è ampliato per includere un menu di un bar e un'area salotto.

Tornata in cucina, Bree prepara una varietà di cupcakes, torte, cake pops, biscotti, brownies, torte e pane dolce, ma solo dopo aver finito i compiti.

"Di solito tendo a fare prima la maggior parte dei compiti e poi vado a lavorare, perché i miei voti sono molto importanti per me", dice.

Quando è a scuola e studia, sua madre gestisce la panetteria, insieme all'aiuto della nonna e della bisnonna di Bree.

"È diventata davvero un'azienda di famiglia", afferma Charmaine. “Abbiamo quattro generazioni che in realtà hanno un input su ciò che accade qui.”

Bree mette anche il suo fratellino al lavoro quando si tratta di pulire e cerca di insegnare a sua sorella, 6 anni, il più possibile quando si tratta di cucinare.

Durante i mesi estivi, Bree assume un ruolo più impegnativo: concede alla mamma una pausa e interviene per gestire l'attività.

"Ha avuto la sua mano in ogni aspetto del business, ed è stato fantastico", dice Charmaine.

Bree ha conquistato lo stomaco della gente del posto impazzita per lo zucchero, ma la sua attività ha anche attirato l'attenzione di diversi college e università, ansiosi di incontrare l'ambiziosa adolescente. E anche Bree ha gli occhi puntati sulle scuole interessate. Sa cosa vuole in futuro, e questo è essere un veterinario.

"So che è una svolta a sinistra da dove mi trovo adesso, ma onestamente lo desideravo da molto tempo, e niente mi ha davvero cambiato idea", dice.

Questo non vuol dire che getterà il grembiule e abbandonerà la cottura. Bree sta esaminando i programmi scolastici di cucina per questa estate e dice che potrebbe anche provare a rilanciare la sua attività online mentre è al college.

I fan locali della pasticceria non devono preoccuparsi: Charmaine ha intenzione di mantenere aperta la sede di Accokeek anche in assenza di sua figlia per aiutare Bree a realizzare il sogno di suo padre, scomparso nel 2013.

"Ha sempre detto che sarebbe diventato milionario entro i 40 anni, e sto cercando di realizzare il suo sogno", dice Bree. "Lui è anche una parte importante della panetteria e tutta la nostra famiglia lo è, i nostri sostenitori... e i nostri clienti sono come la nostra famiglia. Questa è la famiglia dei Bree's Sweet Treats."


Un dolce concerto: 16 anni apre Md. bakery

WASHINGTON — La maggior parte degli adolescenti trascorre il proprio tempo libero assorbita dai social media e dai selfie, ma la sedicenne Bree Britt non è come la maggior parte degli adolescenti.

Ogni giorno alle 15:50, Bree scende dallo scuolabus in una piccola striscia di vetrine in Livingston Road ad Accokeek, nel Maryland. E sotto una tenda bianca che recita "Bree's Sweet Treats", l'adolescente si trasforma da studente di liceo a imprenditore.

"A seconda di quanto è impegnativa la giornata e cosa dobbiamo fare per il giorno successivo, sarò qui", dice Bree mentre è seduta a un tavolo nella sezione caffetteria del suo negozio.

La studentessa della St. Mary's Ryken High School ha aperto la sua panetteria nel 2013 dopo aver lanciato un'attività di pasticceria online di successo quando aveva 12 anni. Ma il viaggio di Bree nella creazione di dolciumi è iniziato molto prima che raggiungesse la doppia cifra.

"Quando avevo 5 anni, verso i 6, ero completamente attiva in cucina con entrambe le mie nonne", dice Bree. La cottura al forno doveva essere una distrazione per Bree, il cui padre ha sofferto di un trauma cranico mentre prestava servizio nell'esercito ed era in stato vegetativo quando era giovane.

“E quando mio nonno è tornato a casa, era il nostro assaggiatore. ... Lo adorava. Dopo una dura giornata di lavoro, è tornato a casa con del buon cibo e delle prelibatezze", dice.

Bree Britt, 16 anni, è nella cucina della sua panetteria del Maryland. (WTOP/Rachel Nania)

All'inizio, le lezioni di Bree in cucina erano per lo più istruzioni, ma man mano che progrediva, le sue nonne lasciarono che fosse Bree a prendere l'iniziativa.

"Ho continuato a cucinare nel corso degli anni, col passare del tempo, ed era una specie di mio hobby, soprattutto durante la scuola media", dice Bree, che, oltre a cucinare per suo nonno, ha iniziato a consegnare dolci alle feste in ufficio per le sue zie e zii.

Bree si è resa conto che voleva portare i suoi talenti al livello successivo dopo essere stata incaricata di preparare il dessert per la festa Sweet 16 di suo cugino.

“È stato un momento molto creativo per me, non volevo fare qualcosa di ordinario, come una torta normale. Volevo fare qualcosa che stupisse le persone", dice.

Bree prendeva molto sul serio il suo lavoro. "All'epoca, avevo una piccola cassaforte e ci ho messo la ricetta e ho disegnato i piani per essa e avevo ogni descrizione in essa."

Per la festa, ha costruito 50 spiedini di torta con una salsa di accompagnamento fatta in casa. Alla fine della notte, ogni briciola era sparita. That’s when Bree decided to sit down and talk to her mom about baking professionally.

“I told her, ‘I like doing this. lo faccio davvero. And it really makes me happy, and I would love to turn this into something more.’”

Bree’s mom, Charmaine, admits she was a little skeptical of her daughter’s ideas at first, but eventually offered her support. “It took some convincing, and so to compromise, I told her she could start online first and we’ll find her somewhere to bake and I’ll deliver,” she says.

Bree proved she could maintain her honor-roll grades, all while mixing the dough — and bringing it in. Bree’s Sweet Treats opened its current storefront, and just last month expanded to include a café menu and seating area.

Back in the kitchen, Bree whips up a variety of cupcakes, cakes, cake pops, cookies, brownies, pies and sweet breads — but only after she finishes her schoolwork.

“I usually tend to get most of my homework done first, and then go work, because my grades are very important to me,” she says.

When she’s at school and studying, her mom runs the bakery, along with some help from Bree’s grandmother and great-grandmother.

“It’s truly become a family business,” Charmaine says. “We have four generations that actually have input as to what goes on here.”

Bree even puts her little brother to work when it comes to cleaning up, and tries to teach her sister, 6, as much as she can when it comes to baking.

During the summer months, Bree takes on a more demanding role: She gives mom a break and steps in to run the business.

“She’s had her hand in every aspect of the business, and it’s been great,” Charmaine says.

Bree has won over the stomachs of sugar-crazed locals, but her business has also attracted the attention of several colleges and universities, anxious to meet the ambitious teen. And Bree has her eyes on the interested schools, as well. She knows what she wants in the future, and that’s to be a veterinarian.

“I know that’s a left turn from where I am right now, but I honestly have wanted this for a long time, and nothing’s really changed my mind,” she says.

That’s not to say she’s going to throw in the apron and abandon baking. Bree’s looking into culinary school programs for this summer, and says she may even try to revive her online business while she’s away at college.

Local fans of the bakery don’t need to worry: Charmaine plans to keep the Accokeek location open even in her daughter’s absence to help Bree fulfill the dream of her father, who passed away in 2013.

“He always said that he was going to be a millionaire by 40, and I am trying to make his dream come true,” Bree says. “He is a big part of the bakery as well — all of our family is, our supporters … and our customers are like our family. This is the Bree’s Sweet Treats family.”


A sweet gig: 16-year-old opens Md. bakery

WASHINGTON — Most teenagers spend their free time engrossed in social media and selfies, but 16-year-old Bree Britt isn’t like most teenagers.

Every day at 3:50 p.m., Bree gets off the school bus at a small strip of storefronts on Livingston Road in Accokeek, Maryland. And under a white awning that reads “Bree’s Sweet Treats,” the teen transforms from high school student to business owner.

“Depending on how busy the day is and what we have to do for the next day, I’ll be here,” Bree says while sitting at a table in the café section of her store.

The St. Mary’s Ryken High School student opened her bakery in 2013 after launching a successful online baking business when she was 12. But Bree’s journey into crafting confections began long before she reached double digits.

“By the time I was 5, going on 6, I was fully active in the kitchen with both of my grandmothers,” Bree says. Baking was meant to be a distraction for Bree, whose father suffered from a traumatic brain injury while serving in the Army, and was in a vegetative state when she was young.

“And when my grandfather came home, he was our taste tester. … He loved it. After a hard day of work, he came home to some good food and treats,” she says.

Bree Britt, 16, stands in the kitchen of her Maryland bakery. (WTOP/Rachel Nania)

At first, Bree’s lessons in the kitchen were mostly instruction, but as she progressed, her grandmothers let Bree take the lead.

“I kept on baking throughout the years, as time went on, and it was kind of my hobby, especially during middle school,” says Bree, who, in addition to cooking for her grandfather, began delivering sweets to office parties for her aunts and uncles.

Bree realized she wanted to take her talents to the next level after being tasked with making dessert for her cousin’s Sweet 16 party.

“It was a very creative moment for me I didn’t want to do something that was ordinary, like regular cake. I wanted to do something that would wow people,” she says.

Bree took her job very seriously. “At the time, I had a little safe and I put the recipe in there and I drew plans for it and had every description in it.”

For the party, she constructed 50 cake skewers with an accompanying homemade dipping sauce. By the end of the night, every last crumb was gone. That’s when Bree decided to sit down and talk to her mom about baking professionally.

“I told her, ‘I like doing this. lo faccio davvero. And it really makes me happy, and I would love to turn this into something more.’”

Bree’s mom, Charmaine, admits she was a little skeptical of her daughter’s ideas at first, but eventually offered her support. “It took some convincing, and so to compromise, I told her she could start online first and we’ll find her somewhere to bake and I’ll deliver,” she says.

Bree proved she could maintain her honor-roll grades, all while mixing the dough — and bringing it in. Bree’s Sweet Treats opened its current storefront, and just last month expanded to include a café menu and seating area.

Back in the kitchen, Bree whips up a variety of cupcakes, cakes, cake pops, cookies, brownies, pies and sweet breads — but only after she finishes her schoolwork.

“I usually tend to get most of my homework done first, and then go work, because my grades are very important to me,” she says.

When she’s at school and studying, her mom runs the bakery, along with some help from Bree’s grandmother and great-grandmother.

“It’s truly become a family business,” Charmaine says. “We have four generations that actually have input as to what goes on here.”

Bree even puts her little brother to work when it comes to cleaning up, and tries to teach her sister, 6, as much as she can when it comes to baking.

During the summer months, Bree takes on a more demanding role: She gives mom a break and steps in to run the business.

“She’s had her hand in every aspect of the business, and it’s been great,” Charmaine says.

Bree has won over the stomachs of sugar-crazed locals, but her business has also attracted the attention of several colleges and universities, anxious to meet the ambitious teen. And Bree has her eyes on the interested schools, as well. She knows what she wants in the future, and that’s to be a veterinarian.

“I know that’s a left turn from where I am right now, but I honestly have wanted this for a long time, and nothing’s really changed my mind,” she says.

That’s not to say she’s going to throw in the apron and abandon baking. Bree’s looking into culinary school programs for this summer, and says she may even try to revive her online business while she’s away at college.

Local fans of the bakery don’t need to worry: Charmaine plans to keep the Accokeek location open even in her daughter’s absence to help Bree fulfill the dream of her father, who passed away in 2013.

“He always said that he was going to be a millionaire by 40, and I am trying to make his dream come true,” Bree says. “He is a big part of the bakery as well — all of our family is, our supporters … and our customers are like our family. This is the Bree’s Sweet Treats family.”


A sweet gig: 16-year-old opens Md. bakery

WASHINGTON — Most teenagers spend their free time engrossed in social media and selfies, but 16-year-old Bree Britt isn’t like most teenagers.

Every day at 3:50 p.m., Bree gets off the school bus at a small strip of storefronts on Livingston Road in Accokeek, Maryland. And under a white awning that reads “Bree’s Sweet Treats,” the teen transforms from high school student to business owner.

“Depending on how busy the day is and what we have to do for the next day, I’ll be here,” Bree says while sitting at a table in the café section of her store.

The St. Mary’s Ryken High School student opened her bakery in 2013 after launching a successful online baking business when she was 12. But Bree’s journey into crafting confections began long before she reached double digits.

“By the time I was 5, going on 6, I was fully active in the kitchen with both of my grandmothers,” Bree says. Baking was meant to be a distraction for Bree, whose father suffered from a traumatic brain injury while serving in the Army, and was in a vegetative state when she was young.

“And when my grandfather came home, he was our taste tester. … He loved it. After a hard day of work, he came home to some good food and treats,” she says.

Bree Britt, 16, stands in the kitchen of her Maryland bakery. (WTOP/Rachel Nania)

At first, Bree’s lessons in the kitchen were mostly instruction, but as she progressed, her grandmothers let Bree take the lead.

“I kept on baking throughout the years, as time went on, and it was kind of my hobby, especially during middle school,” says Bree, who, in addition to cooking for her grandfather, began delivering sweets to office parties for her aunts and uncles.

Bree realized she wanted to take her talents to the next level after being tasked with making dessert for her cousin’s Sweet 16 party.

“It was a very creative moment for me I didn’t want to do something that was ordinary, like regular cake. I wanted to do something that would wow people,” she says.

Bree took her job very seriously. “At the time, I had a little safe and I put the recipe in there and I drew plans for it and had every description in it.”

For the party, she constructed 50 cake skewers with an accompanying homemade dipping sauce. By the end of the night, every last crumb was gone. That’s when Bree decided to sit down and talk to her mom about baking professionally.

“I told her, ‘I like doing this. lo faccio davvero. And it really makes me happy, and I would love to turn this into something more.’”

Bree’s mom, Charmaine, admits she was a little skeptical of her daughter’s ideas at first, but eventually offered her support. “It took some convincing, and so to compromise, I told her she could start online first and we’ll find her somewhere to bake and I’ll deliver,” she says.

Bree proved she could maintain her honor-roll grades, all while mixing the dough — and bringing it in. Bree’s Sweet Treats opened its current storefront, and just last month expanded to include a café menu and seating area.

Back in the kitchen, Bree whips up a variety of cupcakes, cakes, cake pops, cookies, brownies, pies and sweet breads — but only after she finishes her schoolwork.

“I usually tend to get most of my homework done first, and then go work, because my grades are very important to me,” she says.

When she’s at school and studying, her mom runs the bakery, along with some help from Bree’s grandmother and great-grandmother.

“It’s truly become a family business,” Charmaine says. “We have four generations that actually have input as to what goes on here.”

Bree even puts her little brother to work when it comes to cleaning up, and tries to teach her sister, 6, as much as she can when it comes to baking.

During the summer months, Bree takes on a more demanding role: She gives mom a break and steps in to run the business.

“She’s had her hand in every aspect of the business, and it’s been great,” Charmaine says.

Bree has won over the stomachs of sugar-crazed locals, but her business has also attracted the attention of several colleges and universities, anxious to meet the ambitious teen. And Bree has her eyes on the interested schools, as well. She knows what she wants in the future, and that’s to be a veterinarian.

“I know that’s a left turn from where I am right now, but I honestly have wanted this for a long time, and nothing’s really changed my mind,” she says.

That’s not to say she’s going to throw in the apron and abandon baking. Bree’s looking into culinary school programs for this summer, and says she may even try to revive her online business while she’s away at college.

Local fans of the bakery don’t need to worry: Charmaine plans to keep the Accokeek location open even in her daughter’s absence to help Bree fulfill the dream of her father, who passed away in 2013.

“He always said that he was going to be a millionaire by 40, and I am trying to make his dream come true,” Bree says. “He is a big part of the bakery as well — all of our family is, our supporters … and our customers are like our family. This is the Bree’s Sweet Treats family.”


A sweet gig: 16-year-old opens Md. bakery

WASHINGTON — Most teenagers spend their free time engrossed in social media and selfies, but 16-year-old Bree Britt isn’t like most teenagers.

Every day at 3:50 p.m., Bree gets off the school bus at a small strip of storefronts on Livingston Road in Accokeek, Maryland. And under a white awning that reads “Bree’s Sweet Treats,” the teen transforms from high school student to business owner.

“Depending on how busy the day is and what we have to do for the next day, I’ll be here,” Bree says while sitting at a table in the café section of her store.

The St. Mary’s Ryken High School student opened her bakery in 2013 after launching a successful online baking business when she was 12. But Bree’s journey into crafting confections began long before she reached double digits.

“By the time I was 5, going on 6, I was fully active in the kitchen with both of my grandmothers,” Bree says. Baking was meant to be a distraction for Bree, whose father suffered from a traumatic brain injury while serving in the Army, and was in a vegetative state when she was young.

“And when my grandfather came home, he was our taste tester. … He loved it. After a hard day of work, he came home to some good food and treats,” she says.

Bree Britt, 16, stands in the kitchen of her Maryland bakery. (WTOP/Rachel Nania)

At first, Bree’s lessons in the kitchen were mostly instruction, but as she progressed, her grandmothers let Bree take the lead.

“I kept on baking throughout the years, as time went on, and it was kind of my hobby, especially during middle school,” says Bree, who, in addition to cooking for her grandfather, began delivering sweets to office parties for her aunts and uncles.

Bree realized she wanted to take her talents to the next level after being tasked with making dessert for her cousin’s Sweet 16 party.

“It was a very creative moment for me I didn’t want to do something that was ordinary, like regular cake. I wanted to do something that would wow people,” she says.

Bree took her job very seriously. “At the time, I had a little safe and I put the recipe in there and I drew plans for it and had every description in it.”

For the party, she constructed 50 cake skewers with an accompanying homemade dipping sauce. By the end of the night, every last crumb was gone. That’s when Bree decided to sit down and talk to her mom about baking professionally.

“I told her, ‘I like doing this. lo faccio davvero. And it really makes me happy, and I would love to turn this into something more.’”

Bree’s mom, Charmaine, admits she was a little skeptical of her daughter’s ideas at first, but eventually offered her support. “It took some convincing, and so to compromise, I told her she could start online first and we’ll find her somewhere to bake and I’ll deliver,” she says.

Bree proved she could maintain her honor-roll grades, all while mixing the dough — and bringing it in. Bree’s Sweet Treats opened its current storefront, and just last month expanded to include a café menu and seating area.

Back in the kitchen, Bree whips up a variety of cupcakes, cakes, cake pops, cookies, brownies, pies and sweet breads — but only after she finishes her schoolwork.

“I usually tend to get most of my homework done first, and then go work, because my grades are very important to me,” she says.

When she’s at school and studying, her mom runs the bakery, along with some help from Bree’s grandmother and great-grandmother.

“It’s truly become a family business,” Charmaine says. “We have four generations that actually have input as to what goes on here.”

Bree even puts her little brother to work when it comes to cleaning up, and tries to teach her sister, 6, as much as she can when it comes to baking.

During the summer months, Bree takes on a more demanding role: She gives mom a break and steps in to run the business.

“She’s had her hand in every aspect of the business, and it’s been great,” Charmaine says.

Bree has won over the stomachs of sugar-crazed locals, but her business has also attracted the attention of several colleges and universities, anxious to meet the ambitious teen. And Bree has her eyes on the interested schools, as well. She knows what she wants in the future, and that’s to be a veterinarian.

“I know that’s a left turn from where I am right now, but I honestly have wanted this for a long time, and nothing’s really changed my mind,” she says.

That’s not to say she’s going to throw in the apron and abandon baking. Bree’s looking into culinary school programs for this summer, and says she may even try to revive her online business while she’s away at college.

Local fans of the bakery don’t need to worry: Charmaine plans to keep the Accokeek location open even in her daughter’s absence to help Bree fulfill the dream of her father, who passed away in 2013.

“He always said that he was going to be a millionaire by 40, and I am trying to make his dream come true,” Bree says. “He is a big part of the bakery as well — all of our family is, our supporters … and our customers are like our family. This is the Bree’s Sweet Treats family.”


A sweet gig: 16-year-old opens Md. bakery

WASHINGTON — Most teenagers spend their free time engrossed in social media and selfies, but 16-year-old Bree Britt isn’t like most teenagers.

Every day at 3:50 p.m., Bree gets off the school bus at a small strip of storefronts on Livingston Road in Accokeek, Maryland. And under a white awning that reads “Bree’s Sweet Treats,” the teen transforms from high school student to business owner.

“Depending on how busy the day is and what we have to do for the next day, I’ll be here,” Bree says while sitting at a table in the café section of her store.

The St. Mary’s Ryken High School student opened her bakery in 2013 after launching a successful online baking business when she was 12. But Bree’s journey into crafting confections began long before she reached double digits.

“By the time I was 5, going on 6, I was fully active in the kitchen with both of my grandmothers,” Bree says. Baking was meant to be a distraction for Bree, whose father suffered from a traumatic brain injury while serving in the Army, and was in a vegetative state when she was young.

“And when my grandfather came home, he was our taste tester. … He loved it. After a hard day of work, he came home to some good food and treats,” she says.

Bree Britt, 16, stands in the kitchen of her Maryland bakery. (WTOP/Rachel Nania)

At first, Bree’s lessons in the kitchen were mostly instruction, but as she progressed, her grandmothers let Bree take the lead.

“I kept on baking throughout the years, as time went on, and it was kind of my hobby, especially during middle school,” says Bree, who, in addition to cooking for her grandfather, began delivering sweets to office parties for her aunts and uncles.

Bree realized she wanted to take her talents to the next level after being tasked with making dessert for her cousin’s Sweet 16 party.

“It was a very creative moment for me I didn’t want to do something that was ordinary, like regular cake. I wanted to do something that would wow people,” she says.

Bree took her job very seriously. “At the time, I had a little safe and I put the recipe in there and I drew plans for it and had every description in it.”

For the party, she constructed 50 cake skewers with an accompanying homemade dipping sauce. By the end of the night, every last crumb was gone. That’s when Bree decided to sit down and talk to her mom about baking professionally.

“I told her, ‘I like doing this. lo faccio davvero. And it really makes me happy, and I would love to turn this into something more.’”

Bree’s mom, Charmaine, admits she was a little skeptical of her daughter’s ideas at first, but eventually offered her support. “It took some convincing, and so to compromise, I told her she could start online first and we’ll find her somewhere to bake and I’ll deliver,” she says.

Bree proved she could maintain her honor-roll grades, all while mixing the dough — and bringing it in. Bree’s Sweet Treats opened its current storefront, and just last month expanded to include a café menu and seating area.

Back in the kitchen, Bree whips up a variety of cupcakes, cakes, cake pops, cookies, brownies, pies and sweet breads — but only after she finishes her schoolwork.

“I usually tend to get most of my homework done first, and then go work, because my grades are very important to me,” she says.

When she’s at school and studying, her mom runs the bakery, along with some help from Bree’s grandmother and great-grandmother.

“It’s truly become a family business,” Charmaine says. “We have four generations that actually have input as to what goes on here.”

Bree even puts her little brother to work when it comes to cleaning up, and tries to teach her sister, 6, as much as she can when it comes to baking.

During the summer months, Bree takes on a more demanding role: She gives mom a break and steps in to run the business.

“She’s had her hand in every aspect of the business, and it’s been great,” Charmaine says.

Bree has won over the stomachs of sugar-crazed locals, but her business has also attracted the attention of several colleges and universities, anxious to meet the ambitious teen. And Bree has her eyes on the interested schools, as well. She knows what she wants in the future, and that’s to be a veterinarian.

“I know that’s a left turn from where I am right now, but I honestly have wanted this for a long time, and nothing’s really changed my mind,” she says.

That’s not to say she’s going to throw in the apron and abandon baking. Bree’s looking into culinary school programs for this summer, and says she may even try to revive her online business while she’s away at college.

Local fans of the bakery don’t need to worry: Charmaine plans to keep the Accokeek location open even in her daughter’s absence to help Bree fulfill the dream of her father, who passed away in 2013.

“He always said that he was going to be a millionaire by 40, and I am trying to make his dream come true,” Bree says. “He is a big part of the bakery as well — all of our family is, our supporters … and our customers are like our family. This is the Bree’s Sweet Treats family.”