Ricette tradizionali

Carciofini fritti di José Andrés e altre ricette

Carciofini fritti di José Andrés e altre ricette

Dai un'occhiata alle scelte dei nostri redattori per le migliori ricette dalle sezioni alimentari di tutto il paese.

NY Mag
Marinare lo sgombro, assemblare sopra l'avocado cremoso e buon appetito insalata di avocado fresca.

LA Times
Questo brillante vinaigrette tailandese funziona altrettanto bene su un'insalata normale come su un intruglio di papaya verde.

New York Times
Melissa Clark condivide un Ricetta confortante del budino di riso.

National Public Radio, Radio Pubblica
Dimenticatevi il classico cosciotto di agnello arrosto; provare a Biryani di agnello pakistano, realizzato con baccelli di cardamomo verde fresco.

Chicago Tribune
Le uova al forno hanno un tocco asiatico con un po' di dashi e nori.

Seattle Times
Niente dice primavera come un insalata di avocado crudo.

Cucina quotidiana
UN Panino cubano cotto in un rotolo, vorticoso stile ciambella alla cannella? Sembra la colazione perfetta... e il pranzo.

Portland Press Herald
Questo stufato di capesante classico prende le migliori capesante e la migliore panna e fa uno splendido stufato bianco.

Washington Post
Le torte salate hanno sicuramente bisogno di più gioco. Caso in questione: questa crostata di salmone affumicato e porri.

Relazionato

giornale di Wall Street
José Andrés inaugura con questo la stagione dei carciofi ricetta carciofi fritti.


José Andrés

Questa è una ciotola di barbabietole marinate e riso, ma è anche uno dei nostri best seller su Beefsteak. Charisse Dickens, la nostra straordinaria chef hawaiana e una cara amica che gestisce gran parte della nostra ricerca e sviluppo, rabbrividisce un po' quando usiamo la parola poke per descrivere queste barbabietole. Per lei, il poke è pesce marinato, il piatto che ha iniziato a comparire ovunque negli Stati Uniti negli ultimi anni, e basta. Le ho detto che avremmo potuto chiamarlo barbabietole marinate e riso, ma poi sarebbe stato popolare solo la metà da Beefsteak.

Valutazione media degli utenti 4 / 4 Recensioni 1 Percentuale di revisori che ripeteranno questa ricetta al 100%

Cheeseadilla ai fiori di zucca

Una primavera, una dozzina di membri della mia squadra e io abbiamo trascorso alcuni giorni allo Chef's Garden in Ohio sperimentando la pazza abbondanza di piante della fattoria. Stavamo lavorando a progetti intensi, cercando di catturare l'essenza di ogni verdura in modi nuovi ed entusiasmanti. Questo piatto, però, è nato quasi come un ripensamento: Ruben Garcia, il mio direttore creativo, ha grattugiato il formaggio in una padella antiaderente, poi ha iniziato ad attaccare diverse erbe, foglie e verdure nel formaggio mentre si scioglieva e si induriva in gusci croccanti, e il è nata la cheeseadilla. Questa versione utilizza i fiori di zucca, ma puoi premere tutti i tipi di cose nel formaggio: erbe, fiori commestibili, punte di asparagi o strisce di verdure crude.

Valutazione media degli utenti 0 / 4 Recensioni 0 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 0 %

Curry di carote

Negli anni ho conosciuto dei grandi chef indiani, persone come Sanjeev Kapoor e KN Vinod, che mi hanno guidato nel complesso mondo delle spezie, un mondo in cui, onestamente, a volte mi sento perso. Questo curry è il risultato di un tale viaggio, con spezie grandi come l'anice stellato e il garam masala che mi erano sconosciute per la prima metà della mia vita. Rimarrai scioccato dal modo in cui giocano bene contro la dolce carnosità delle carote. (E come si abbina bene con altre verdure come zucca, zucca e cavolfiore.)

Valutazione media degli utenti 3 / 4 Recensioni 1 Percentuale di revisori che ripeteranno questa ricetta al 100%

Gin & Tonic di José

Vinaigrette Olive-Arancia

Condisci questa vinaigrette dolce-salata su insalate verdi o carote arrostite.

Valutazione media degli utenti 4 / 4 Recensioni 1 Percentuale di revisori che ripeteranno questa ricetta al 100%

Mojo Verde

Il versatile mojo verde è particolarmente buono con carciofi al vapore o peperoni rossi arrostiti.

Valutazione media degli utenti 3 / 4 Recensioni 1 Percentuale di revisori che ripeteranno questa ricetta al 100%

Mojo Rojo

Usa questa salsa affumicata a base di peperoncino per aggiungere colore e calore a cavolfiori, fagiolini o broccoli sbollentati.

Valutazione media degli utenti 3 / 4 Recensioni 2 Percentuale di revisori che ripeteranno questa ricetta al 100%

Cile-Gambero All'aglio

Usane alcuni per sentirti vivace tutta la notte: forniscono ferro e proteine ​​energizzanti. E la capsaicina, il composto che dà fuoco ai peperoncini, può stimolare il metabolismo.

Valutazione media degli utenti 4 / 4 Recensioni 11 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 100 %

Sangria Blanca

Questo cocktail frizzante festivo funge anche da dessert pieno di frutta dolce e fresca. Notizie sull'uva: offre il resveratrolo antiossidante, che può aiutare a ridurre l'infiammazione e proteggere le cellule dai danni.

Valutazione media degli utenti 3 / 4 Recensioni 2 Percentuale di revisori che ripeteranno questa ricetta al 100%

Peperoni Piquillo Ripieni Di Formaggio Di Capra

Il cibo per le feste può staccare i chili! Questi peperoni spagnoli potrebbero aiutarti a perdere una taglia. Usiamo il formaggio di capra al posto del tradizionale manchego per tagliare il grasso. Inoltre, due peperoni forniscono un terzo del fabbisogno giornaliero di vitamina C e la C ha dimostrato di aumentare la combustione dei grassi durante l'esercizio.

Valutazione media degli utenti 4 / 4 Recensioni 20 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 95 %

Spaghetti alle verdure

Adorerai questa insalata colorata ed estiva. I benefici sono imbattibili: gli antiossidanti presenti in molte verdure a base di arancia possono ridurre il rischio di malattie cardiovascolari fino al 20%.

Valutazione media degli utenti 3 / 4 Recensioni 0 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 0 %

Avocado con sorbetto salato al pomodoro e patatine

La tua graffetta standard per le feste - guacamole, salsa e patatine - merita un aggiornamento interessante. La classica combinazione di ingredienti non è solo squisita, ma fa bene anche a te. I sani grassi monoinsaturi negli avocado aiutano ad assorbire più carotenoidi che combattono il cancro dai pomodori.

Valutazione media degli utenti 4 / 4 Recensioni 6 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 100 %

Tonno su pane tostato

Fare uno spuntino con questa tapa potrebbe mantenerti sereno: gli omega-3 nel tonno possono aiutare a sedare l'ansia. Cerca il tonno bonito pescato con la lenza, è sicuro da mangiare e sostenibile.

Valutazione media degli utenti 3.5 / 4 Recensioni 2 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta al 100%

Insalata di pomodori caramellati con formaggio San Simón

Questa insalata è un mix di pomodorini freschi e caramellati e cubetti di formaggio San Simón affumicato.

Valutazione media degli utenti 4 / 4 Recensioni 10 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 100 %

Peperoni Padrón Ripieni di Tetilla

Servi i peperoni, l'insalata e l'empanada insieme, in stile tapas, quindi segui lo stufato e le frittelle. Oppure, se preferite, servite i peperoni come antipasto e l'insalata come primo piatto. Seguire con lo stufato, l'empanada e le frittelle. Tieni presente che il calore dei peperoni varia ampiamente: alcuni sono miti, altri sono caldi. Il caldo è domato dal formaggio Tetilla, un cremoso formaggio di latte vaccino della Galizia e una maionese all'aglio ispirata agli allioli spagnoli.

Valutazione media degli utenti 3 / 4 Recensioni 5 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 60 %

Stufato di maiale e verdure della Galizia

Tradizionalmente, il brodo, la carne e le verdure vengono serviti separatamente, ma sentiti libero di servire tutto nella stessa ciotola. I fagioli devono essere messi a bagno durante la notte, quindi inizia questa ricetta un giorno prima.

Voto medio utenti 2 / 4 Recensioni 7 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 43 %

Empanada di tonno

In Galizia, le empanadas sono abbastanza grandi da servire molte persone, a differenza delle singole empanadas dell'America Latina.

Valutazione media degli utenti 3 / 4 Recensioni 14 Percentuale di revisori che rifaranno questa ricetta 80 %

Frittelle dolci con crema pasticcera e frutti di bosco

Questi pancake sottili al gusto di anice sono simili alle crepes francesi.

Valutazione media degli utenti 3 / 4 Recensioni 6 Percentuale di revisori che ripeteranno questa ricetta al 100%


Tagliare i carciofi teneri è semplice. Mentre procedi, trasferiscili nell'acqua e limone per evitare che anneriscano.

Questa pasta facile e veloce è composta interamente da ingredienti conservati nella dispensa, quindi puoi prepararla ogni volta che viene voglia di carboidrati. Ispirata agli elementi spesso visti sui piatti di antipasti italiani, la pasta viene condita con salsiccia stagionata, cuori di carciofo e pomodori secchi insieme a un semplice concentrato di pomodoro e salsa all'olio d'oliva, e condita con pinoli tostati e peperoncini croccanti.


Nel mercato spagnolo di Hudson Yards, il nostro critico ha trovato più ottimi cibi e bevande per piede quadrato che in qualsiasi altra parte di New York.

Quando ti trovi faccia a faccia con un piatto classico fatto come dovrebbe essere, lo sai. Mercado Little Spain, il labirinto di ristoranti, bar, chioschi, banconi e negozi nascosti sotto Hudson Yards nel punto in cui si immette la High Line, può regalarti quell'esperienza ancora e ancora. Se il gazpacho ti ha sempre colpito come un'inutile insalata passata attraverso un frullatore senza una buona ragione, quella qui ti farà capire il punto dopo tutto.

José Andrés, lo chef, ristoratore e ambasciata non ufficiale di Spagna, è un proprietario e la macchina del moto perpetuo che guida il progetto Ferran e Albert Adrià, i fratelli che hanno guidato le innovazioni culinarie a El Bulli, sono tra i suoi collaboratori. Mr. Andrés parla del progetto come un tributo ai mercati al coperto come la Boqueria di Barcellona, ​​luoghi dove vai a fare la spesa, caffè e snack, e un'ora o due dopo scopri di aver già bevuto un paio di bicchieri di vino e ho deciso di fermarci a pranzo.

1 Cochinillo I maialini iberici di tre settimane, altrimenti destinati a diventare prosciutti iberici, vengono spediti a New York e arrostiti in una casseruola di terracotta nella fossa dove bruciano i fuochi aperti della paella di Mercado Little Spain. Come l'anatra alla pechinese, la carne è scura, dolce con grasso fuso e servita sotto un croccante rettangolo di pelle. $92 per un quarto di maiale e tre contorni, $370 per un maiale intero e tre contorni da Leña.

2 Tarta de queso Cotta fino a che non diventa quasi nera in superficie, questa cheesecake spagnola è soffice e aspra, quasi asciutta. È un barlume di formaggio blu quello che assaggi? Sì. $8 a Granja, Pasteles e Spanish Diner.

3 Oliva liquida Questo famoso piatto di El Bulli ha introdotto la tecnica della sferificazione, che trasforma succhi e altri liquidi in piccoli palloncini d'acqua commestibili. Ciò che è stato dimenticato in seguito è stato quanto fosse delizioso l'originale. Lo è ancora. $2,50 al Bar Celona e La Barra.

4 Piña borracha Questo "ananas ubriaco" viene riempito con uno o due bicchierini di rum scuro prima di essere ravvivato con menta tritata e scorza di lime. $9 a Leña, Spanish Diner e Frutas y Verduras.

5 Churros y cioccolato I churros sono sostanziosi, croccanti e non pieni d'aria. La cioccolata calda è abbastanza fondente e amara da ricordarti che il dolore può rendere più intenso il piacere. Ovviamente sono una squadra, ma quella a cui la tua mente vagherà nelle ore dispari del giorno è il cioccolato. $5 per sei churros, $10 per 12 e $4 per la cioccolata calda da Churros e Spanish Diner.

6 Gambas al estilo de El Bulli Una replica di un piatto creato dallo chef Ferran Adrià nel 1997, prima che la scienza diventasse centrale nella sua visione, si tratta semplicemente di gamberi spagnoli crudi con purea di cipolle caramellate e salsa a base di succhi spremuti dalle teste dei gamberi . Non c'è niente di molecolare nel sapore, un intenso fruscio improvviso di crostacei. $ 21 a marzo.

7 Huevas de mujol Lo strato di cera d'api all'esterno serve a preservare la bottarga di muggine, ma sciogliendosi sulla lingua rende anche più morbido e lussuoso il sapore delle uova salate, come la panna nel caffè. $ 16 a marzo.

8 Ensalada naranja Sezioni di arancia dolce e la loro scorza in un condimento salato di olio d'oliva e succo di olive verdi: solo due ingredienti, ma non manca nulla. $9 a La Barra.

9 Chistorra con patatas fritas Una sottile fetta di patata viene avvolta attorno a un bocconcino piccante, la chistorra, e fritta. È come una patatina incinta di una salsiccia. $7.50 a La Barra.

10 Pomelo en texturas Sezioni fresche di pompelmo, granita di pompelmo e scorze di pompelmo candite sono cosparse di miele, che diventa gommoso come caramello quando colpisce la granita fredda. Ovviamente servito in un guscio cavo di pompelmo. $9 a La Barra.

Il confronto non è del tutto appropriato. A differenza dei suoi modelli europei o persino dei mercati locali come Eataly e Le District, Mercado Little Spain non è impostato per fornire gli ingredienti per la cena di stasera. Ciò per cui è utile è mangiare sul posto di qualità quasi impareggiabile.

Ero già al quinto pasto nel complesso prima di imbattermi in un piatto che non mi piaceva molto come regola generale, tutto è buono, il che non è qualcosa che i critici di ristoranti sono soliti dire. Dopo aver mangiato due volte in ciascuno dei suoi tre ristoranti con posti a sedere e aver cucito insieme un'altra mezza dozzina di pasti con articoli venduti singolarmente nei bar, chioschi e così via, sono pronto a dichiarare che Mercado Little Spain offre cose più deliziose da mangiare per piede quadrato che altrove a New York.

11 Lacón con patatas Una tapa ridicolmente semplice: patate lesse sotto un morbido prosciutto galiziano rosa, condite con olio d'oliva e pimentón. $10 a Tortillas de Patatas y Lacón con Patatas.

12 Pan de cristal con tomate Uno dei piatti caratteristici della Spagna, la combinazione apparentemente semplice di pane strofinato con pomodori è quasi impossibile da riprodurre al di fuori del paese. Il problema? Non puoi ottenere il pane giusto, pan de cristal. La soluzione, secondo Mercado Little Spain? Importatelo dalla Catalogna in pagnotte parzialmente cotte, tostatelo e ungetelo con un luccicante cucchiaio di polpa di pomodoro maturo. $ 5 o quattro pezzi, $ 10 per otto allo Spanish Diner, La Barra e Frutas y Verduras $ 6 per quattro pezzi, $ 12 per otto a Leña.

13 Pomada I baristi del Mercado Little Spain preparano bei gin tonic serviti, in stile spagnolo, in calici. Ma questa limonata frizzante e frizzante, bevuta tutto il giorno a Minorca e impreziosita qui con succo di bergamotto, è il candidato per il cavallo oscuro per la bevanda dell'estate. $14 al Bar Celona, ​​Spanish Diner, Mar e Leña.

14 Cardenal Si potrebbe scrivere un trattato di architettura sulla struttura del cardenal di Albert Adrià, un anello di cupole di meringa al forno e pan di spagna che vivono insieme in un matrimonio empio. Oppure potresti versarci sopra della salsa di cioccolato calda e mangiarla. $ 10 a Pasteles.

15 Empanada de cerdo Non la mezzaluna empanada delle Americhe, questa è la torta salata quadrilatera della Galizia. Si vende anche la classica empanada di tonno, ma quella ripiena di maiale in umido ha un po' più di personalità. $8 a porzione, $42 per l'intera torta da Bocatas y Empanadas.

16 Paella Valenciana Pollo, coniglio spagnolo, fagioli romani e carciofi vengono mescolati con riso a chicco corto da quello che sembra un rastrello da giardino in padelle grandi il doppio di un tombino posto su un fuoco di legna. $16 a Paella al Plato.

17 Gazpacho Come lo zigolo dipinto e l'anatra mandarina, il buon gazpacho viene occasionalmente avvistato a New York, ma raramente rimane a lungo. Questo, mescolato con pane e una quantità non banale di olio d'oliva, rimarrà almeno fino alla fine della stagione dei pomodori. $6 per una tazza, $9 per una ciotola da Leña, Spanish Diner, La Barra e Frutas y Verduras.

18 Tortilla de patatas A differenza delle fredde e grigie pile di patate granulose vendute sotto il nome di tortilla Española in un migliaio di tapas bar, questo è senza dubbio un piatto di uova, sbattuto mentre guardi e scivolato fuori dalla padella mentre era ancora nervoso e giallo al centro. $ 5 per un quarto di tortilla, $ 16 per un intero a Tortillas de Patatas y Lacón con Patatas $ 18 per un intero a Leña.

19 Xuixo A barcellona per la prima colazione, uno xuixo ​​(SHOE-show) è, più o meno, un piccolo croissant fritto ripieno di crema pasticcera e arrotolato nello zucchero. $6 a Granja, Pasteles e Spanish Diner.

20 Gelato soft alla nocciola I gelati soft al Mercado Little Spain sono realizzati su specifica da OddFellows, che deve disporre di un'attrezzatura speciale in grado di estrarre la dolcezza delle nocciole fresche tostate e trasformarla in un vortice ghiacciato assolutamente, delirante. $9 a Helados.

Se sei di fretta o speri di nutrirti per meno, diciamo, di $ 20, scegli uno o due articoli venduti nei chioschi, ad esempio un panino al prosciutto e formaggio chiamato flauta dal bancone di Jamón y Queso. I chioschi tendono ad essere efficienti, prendono i tuoi soldi e consegnano il tuo cibo all'esterno entro cinque minuti.

Con un po' di tempo in più, i bar diventano parcheggi invitanti. La Barra è un tapas bar in stile americano con un menu lungo di piatti piccoli e una lista edificante di vini spagnoli. Il Bar Celona è specializzato in vermouth, cocktail e gin and tonic in stile spagnolo da bere con il tipo di snack da bar iberico che praticamente va dal barattolo al piatto senza alcuna cottura.

I ristoranti sono, in un certo senso, i posti meno gratificanti dove trascorrere del tempo al Mercado Little Spain. In parte questo è dovuto al fatto che il servizio può essere trasandato e un po' verde. In parte è perché due dei ristoranti, Leña e Mar, non sono abbastanza separati dal mercato, puoi vedere l'azione all'esterno, e quando le cose diventano lente puoi iniziare a desiderare di essere lì fuori, muovendoti liberamente. Mar potrebbe essere l'anello debole dell'operazione. Il tema è il pesce, ma non sembra esserci alcuna sensibilità di fondo, e finora sono mancati alcuni dei migliori tesori della costa spagnola.

Anche i cannolicchi di Mar non sono buoni come quelli serviti accanto a Leña, dove vengono cotti alla griglia, come quasi tutto sul menu. La cottura alla griglia porta una sorta di gloria austera ai carciofi e agli asparagi di Leña, per non parlare delle superbe costolette di agnello, del maiale iberico fresco e delle gloriose salsicce botifarra abbinate, secondo l'usanza catalana, ai fagioli bianchi.

L'idea del terzo ristorante, Spanish Diner, è quasi autoesplicativa. Al mattino vengono serviti pancake e toast alla francese, il pomeriggio e la sera sono disponibili stufato di trippa e panini al prosciutto, e quasi tutto può venire con le uova, che vengono fritte quasi a qualsiasi ora.

Spanish Diner serve anche alcuni dei più grandi successi dei chioschi della porta accanto. E ha la posizione più affascinante del complesso, riparata sotto la High Line Spur, che ha aperto lungo la West 30th Street nello stesso periodo. Con le sue porte delle dimensioni di un garage chiuse quasi ogni giorno quest'estate, Spanish Diner è uno dei pochi posti a Hudson Yards che accoglie i passanti invece di cercare di stordirli fino alla sottomissione.


Video correlato

La marinata era buonissima e gli interni dei carciofi erano deliziosi. Tuttavia, ho ancora trovato le foglie esterne troppo dure da mangiare se non raschiandole. Non sono sicuro se ho sbagliato da qualche parte nella cottura, o se questa è solo la natura dei carciofi.

Ho pensato che il metodo in questa ricetta fosse buono, ma ho trovato il risultato sorprendentemente privo di sapore.

La ricetta di Pasadena è ancora qui. L'ho copiato qui sotto: mentre questa ricetta è sulla strada giusta. Ne ho uno fenomenale. Mai mangiato carciofi alla griglia?? Una volta che hai, non lo avrai in nessun altro modo. Economico e abbondante da Trader Joes. acquistare carciofi di qualsiasi dimensione. tagliare il gambo e tagliare le spine dalle foglie. Cuocere a vapore o cuocere a fuoco lento. Raffreddare e conservare in frigorifero fino a freddo. Marinata: 1c. Olio d'oliva 1/2 c. aceto di vino rosso succo di 1/2 limone 1 cucchiaino. sale 1/2 cucchiaino. pepe 1/2 cucchiaino. Erbe di Provenza 1 cucchiaino. aglio. A seconda delle dimensioni. tagliare a metà i carciofi togliere il soffocamento con un cucchiaino. potrebbe voler dividere se grande. Versare la marinata sui carciofi. Io cucino la sera prima e la mattina marinato..si può lasciare sul bancone o in frigo tutto il giorno. grigliare fino a quando non si vedono segni di carbone leggero e si sono riscaldati. Potete servirlo con una maionese al pesto di basilico. ma il sapore è ottimo da solo. Di solito non metto ricette nei miei commenti, ma quando ho visto questa ricetta ho dovuto condividerla. solo qualche altro ingrediente può rendere semplice. sublime. Questa ricetta mi è stata data da un ristoratore. non fa mai male chiedere eh?! Buon appetito. di A Cook from South Pasadena il 14/05/02 Leggi di più http://www.epicurious.com/recipes/food/reviews/Grilled-Baby-Artichokes-with-Olive-Oil-and-Lemon-106448#ixzz1ulm9tMD7

Che fine ha fatto la recensione del Cook From Pasadena? Sicuramente BA non ha ritenuto di doverlo rimuovere perché era una ricetta migliore?

Quattro forchette per il cuoco del sud di Pasadena. Non cercare oltre, questi sono I migliori carciofi grigliati di sempre! Li faccio da anni con recensioni entusiastiche!

Anche io ho seguito la ricetta di Pasadena. Ho pensato che fosse assolutamente delizioso, ma avrei cambiato due cose la prossima volta: l'olio senza tempo (l'olio ha causato arrossamenti sulla griglia e sembrava troppo grasso anche quando mangiato) e avrei tolto più foglie esterne fino ad arrivare al foglie verdi più chiare. Inoltre, non è necessario eliminare il soffocamento: i carciofi hanno strozzature commestibili. Ricetta buonissima!

WOW HO SBAGLIATO! Ho usato la ricetta di cui parlava Pasadena, ovvero la ricetta delle 4 forchette. SCUSA! Per trovare il suo, guarda a pagina 1 per trovarlo!

Ok, questo è facile. delizioso. mi fa desiderare che nel mio collo di bosco crescessero i carciofi! L'ho fatto più volte quest'estate e l'ultima.

Bene, come quasi tutte le altre recensioni qui, sto valutando questa ricetta, non come l'ha scritta Bon Appetit, ma la sto valutando per la favolosa ricetta che "A Cook from Pasadena" ha presentato. x27 è stata la prima recensione inviata. (Personalmente penso che Bon Appetit dovrebbe elencare la tua ricetta e inviarti i diritti d'autore!) Non avevamo mai grigliato i carciofi prima, e non ho mai nemmeno comprato quelli piccoli, ma erano semplicemente perfetti! La mia piccola svolta è stata quella di aggiungere un po' di vino bianco, un po' di erbe di provenza e un po' di sale kosher nella pentola in cui i carciofi stavano sobbollindo per aggiungere sapore. Ho avuto solo circa 30 minuti per marinare i carciofi raffreddati, ma erano pieni di sapore! Ho pensato che avrebbero avuto bisogno di un po' di aioli o qualcosa per intingere le foglie (perché adoriamo i condimenti) ma non hanno avuto bisogno di niente! Grazie mille cuoca di Pasadena!

Ho fatto come scritto e mi è piaciuta molto la semplicità della ricetta. Il limone e il buon olio d'oliva completano i carciofi senza rubare la scena. Facile e anche relativamente veloce!

Ci è piaciuto molto, e sì, l'abbiamo fatto nel modo in cui S. Pasadena ha consigliato di farlo. Ho scoperto che con questi carciofi non era necessario rimuovere lo strozzamento. Ho marinato tutto il giorno e poi ho versato la marinata su di loro dopo averli grigliati. Porta i tovaglioli!

Scusa, il mio commento avrebbe dovuto leggere: Cuoci a vapore i baby chokes per 6-8 minuti, arrotolali in olio d'oliva (e aceto di sherry o aceto di riso, se ti va) grigliali su carbone di legna, facendo attenzione a non lasciarli bruciarli, fino a che non saranno ben dorati e servirli con un Aioli fatto in casa. Deborah Madison ha un'ottima ricetta Aioli. Non puoi davvero sbagliare.

il bambino si strozza per 6-8 minuti, rotolarli in olio d'oliva (e aceto di sherry o aceto di riso, se vi va) grigliateli su carbone di legna, facendo attenzione a non farli bruciare, fino a che non siano ben dorati e serviteli con un Aioli fatto in casa. Deborah Madison ha un'ottima ricetta Aioli. Non puoi davvero sbagliare.

A volte le ricette non funzionano perché non ti dicono quello che devi sapere. A volte non sono così buoni. Penso che entrambi abbiano torto con questo. Non vedo una vera differenza tra l'originale e il "South Pasadena". Entrambi marinano in olio d'oliva e acido. Ho usato le erbe di Provenza, ma altri condimenti/erbe sarebbero andati bene. Ho omesso l'aglio, ma questo non dovrebbe essere un grosso problema. Cucino spesso i carciofi con formaggio e roba, e sfiliamo la "carne" dalle foglie senza denti, prima di mangiare i cuori. Questi piccoli, cucinati in questo modo, devono essere privati ​​di tutte le foglie che hanno una fibra verde (la maggior parte del carciofo) se le foglie hanno carne o meno. Diciamo solo che prendi un po' di carciofo e spezzi ogni foglia che è verde (oltre a tagliare il gambo e le "spine"). Far bollire questa piccola cosa finché non è tenera, marinare per insaporire e grigliare per scaldarla e dorarla. Suona bene.

Come molte persone, non ho fatto questa ricetta, ma piuttosto la versione descritta dal cuoco a South Pasadena. Come tutti hanno detto, era delizioso. Ho fatto un paio di aggiustamenti. Innanzitutto, non avevo l'aceto di vino rosso in casa, quindi ho usato il balsamico. Inoltre, aggiungerei fiocchi di peperoncino la prossima volta per dargli un po' più di brio. Questo è un ottimo accompagnamento alla Mozzarella Marinata Piccante con Origano e Capperi anche su questo sito.

La buona ricetta è stata incuriosita, quindi ho fatto sia il modo Pasadena che come scritto. Entrambi erano buoni. Come scritto, si ottiene più sapore di carciofo. Il modo di Pasadena mi ha ricordato un po' i cuori di carciofo marinati messi sulla griglia. Se la salute non fosse un problema, sento ancora che non c'è niente di meglio con i carciofi del burro e del limone.

L'ho realizzato per mio marito e i miei figli ed è stato un grande successo. Probabilmente non aggiungerei più condimento ai carciofi una volta completata la grigliatura. Questo li ha resi un po' più oleosi di quanto avrei preferito. Il sapore era fantastico.

Adoro la ricetta di Pasadena! Faceva troppo freddo e pioveva per accendere la griglia, quindi ho saltato le metà dei carciofi marinati in una padella profonda fino a quando non sono leggermente dorati. Ho anche finito l'aceto di vino rosso, quindi ho usato 1/4 c. aceto ma tutto il succo di un limone, mi è piaciuto il sapore di limone. E rosmarino al posto delle erbe di provenza.

Ho provato la ricetta "pasadena" e ho pensato che fosse TROPPO opprimente. Non potresti assaggiare alcun sapore di carciofo. La ricetta golosa è molto più buona in quanto esalta il sapore del carciofo.

Forse ho sbagliato qualcosa o forse semplicemente non mi piacciono i carciofi ma questo è stato davvero il peggior piatto che abbia mai fatto (seguendo la ricetta di Pasadena).

Tanto di cappello a Pasadena, grazie per aver condiviso la tua meravigliosa ricetta! Ho fatto quella ricetta ieri sera ed è stata un successone! Come altri revisori hanno affermato, è molto più facile rimuovere lo starter dopo la cottura. Farò ancora e ancora! Ora so esattamente cosa fare con i carciofi che vedi sempre in Trader Joe's.

OH! Grazie Pasadena (1° recensore). Hai ragione, questa è la ricetta dei carciofi per eccellenza. Semplicemente eccezionale! Abbiamo usato l'aceto di sherry al posto del vino rosso (era a portata di mano) con ottimi risultati. Stupendo.

Segui la ricetta e il procedimento di Pasadena. È molto più facile cuocere prima i carciofi e poi rimuovere tutti gli interni. la marinata della recensione di Pasadena è FANTASTICA!! Questa è un'OTTIMA ricetta.

Come tutti gli altri, sto recensendo la ricetta del cuoco di South Pasedena (vedi "Altre recensioni") e non la ricetta sopra elencata. I risultati sono favolosi. Non c'è bisogno di intingere la salsa. Ho cotto a pressione i carciofi per 7 minuti prima di raffreddarli / marinarli / grigliarli.

Non c'è niente di meglio di così! Grazie al recensore di Pasadena. Davvero delizioso! Due pollici in su! Per inciso, noto che quasi tutti i revisori provengono dalla California: immagino che grigliare i carciofi sia il metodo preferito dalla California!


Video correlato

Troppo lavoro per qualcosa che non ha un sapore straordinario. Avevano un aspetto migliore di quello che avevano. Meglio semplicemente friggere i cuori di carciofo con il lato di aioli.

Non riuscivo a capire dalla foto se fossero cuori di carciofo. Ho usato i cuori e non erano niente di speciale.

Cheddar bianco misto e jack 1/2 e 1/2 hanno tritato dell'aglio immaturo dal giardino e l'hanno mescolato con il formaggio. Non è un lavoro da poco, ma i carciofi non lo sono mai. Tutti hanno delirato.

Il sapore era ok, ma sicuramente NON ne valeva la pena. Ci è voluta più di un'ora per preparare i carciofi a friggere. La prossima volta cercherò un'altra ricetta per i carciofi.

Ho servito questa ricetta al Ringraziamento ed è stata divorata. Sono rimasto sorpreso da quanto fosse semplice da preparare, eppure era molto elegante. L'unica cosa che ho cambiato è stato il formaggio: un cheddar bianco tagliente e li ho saltati in un po' di olio e burro con un po' di aglio tritato. Nemmeno io sono bravo a friggere.

Questo è venuto molto bene, anche per il principiante della friggitrice che sono. Ho seguito il suggerimento di un recensore precedente e l'ho servito con salsa marinara fredda, che era il complimento perfetto.

carino e ha ricevuto ottime recensioni dai miei ospiti a cena. Alleggerisci Karl - questo è un forum per chef - non pomposi coglioni.

Al cuoco di Sunrise, FL, forse stai facendo qualcosa di sbagliato. Penso che quando le persone diventano chef migliori imparino a lavorare un po' più velocemente. Ho pensato che questo fosse un antipasto interessante. Un forte fattore wow da parte degli ospiti. Penso che i carciofi che ho trovato fossero in realtà dei mini carciofi. Dopo la frittura erano grandi come una fragola, quindi non le ho tagliate a metà. Li ho serviti su un piatto da portata con una salsa marinara densa che gli ospiti potevano versare con un cucchiaio, il che è andato molto bene. A qualsiasi cuoco che si lamenta di una ricetta troppo dettagliata, stai lontano dall'epicuro, per favore, vai a comprare gli stracci da libro di cucina senza valore a buon mercato alla cassa.

Questi sono buoni, ma c'è molto lavoro da fare. Ho passato troppo tempo in cucina per un piatto di antipasti così piccolo. Non mi dispiace passare così tanto tempo su qualcosa di incredibile. Questo era semplicemente ok. Non ne vale la pena per me.

Li ho preparati ieri sera come antipasto per la cena di compleanno di mio marito. Erano meravigliosi. Ho sbagliato a tagliare i carciofi a metà prima di farcirli, ma secondo me erano effettivamente più buoni di quanto sarebbero stati perché il pangrattato non si attaccava per niente bene al carciofo ma si attaccava al formaggio. Ho usato una baguette rustica per fare il pangrattato. Non erano macinati molto finemente, ma funzionavano ed erano fantastici. Li rifarò sicuramente!


Carciofi e Granella di Formaggio

Una delle cose che amavo del vivere a San Jose era che l'oceano era a soli venti minuti di macchina dalle montagne di Santa Cruz. Una volta superate le montagne ti sei sentito un mondo lontano dalla capitale tecnologica del mondo, mentre l'aria calda e stantia della valle lasciava il posto a una fresca brezza oceanica. Dirigersi a nord oa sud sull'autostrada 1 da Santa Cruz ha portato con sé infinite miglia di bellissima costa fiancheggiata da fattorie sul mare.

Quasi il 100% dei carciofi trovati negli Stati Uniti proviene da questa zona e l'arbusto spinoso, un membro della famiglia dei cardi, può essere visto fino a Monterey. Ogni volta che mi dirigevo da quella parte, mi fermavo sempre a una bancarella lungo la strada e prendevo un sacco di carciofi giganti per pochi dollari. Allora pensavo ai carciofi come a un ortaggio di seconda scelta, economico e divertente da mangiare. Immagina la mia sorpresa quando mi sono trasferito a New York e ho visto i carciofi vendere per diversi dollari al pezzo!

Dato che non c'è molto da mangiare su un carciofo, non potrei mai sborsare i soldi per loro qui a New York, quindi sono passati più di 5 anni da quando ne ho mangiato uno. Quel periodo di siccità si è concluso quando ho trovato dodici confezioni di carciofi da WholeFoods per $ 2! Felice, ho preso un paio di confezioni di splendidi boccioli verdi.

Con lo sbrinamento di New York, la primavera è quasi nell'aria mentre fissavo il mio frigorifero insolitamente arido, ho deciso che era ora di qualcosa di vegetariano. Questa è la mia interpretazione del classico del sud & #8220gamberetti e semola”, senza crostacei. Non è che i carciofi assomiglino in alcun modo ai gamberetti, ma qualcosa sui carciofi all'aglio su un letto di grana cremosa suonava proprio bene.

I teneri carciofi saltati in padella sono tempestati di pezzetti di aglio rosolato e sono burrosi e leggermente caramellati sui bordi. A splash of lemon added at the end gives them just enough tang to contrast the creamy bed of grits that they rest on. The grits aren’t merely a side in this dish though, so I loaded them up with cheese to give them a healthy dose of umami. There’s no bacon or shrimp to be found in this dish, but with the amount of flavor it packs, the meat won’t be missed.


É by José Andrés

Deep inside Jaleo, José Andrés’s well-known and popular Spanish tapas restaurant, lies another almost hidden, restaurant-within-a-restaurant called simply “é.” é is one of José Andrés’s gastronomical “playgrounds” where he delights diners with various tastes, smells, and sights through the use of molecular gastronomy, among many other techniques.

é joins the ranks of José Andrés’s other two “flagship” restaurants that serve related exploratory-type tasting meals: minibar in DC and Saam in Los Angeles. Unlike minibar, which draws from numerous different cuisines and pushes the envelope on using new, modern techniques, é is decidedly more Spanish, applying new cooking techniques to age-old Spanish ingredients and dishes.

With only eight seats and two seatings a night, reservations at this tiny little bar are infamously difficult to get. There’s no online book system or phone number to call. Instead, all reservations are simply done via email.

If you’re lucky enough to get a confirmed reservation, you actually get an email that begins with “Congratulations, you’ve made it!” To make it feel extra special, “golden tickets” for the “show” arrive in the mail a few days later.

They urge you to arrive early. After all, it’s a tightly orchestrated “performance” that aims to bring you through a journey of 23 individual tastes in a little over two hours. There are two seatings a night – one at 5:30 and one at 8:30. There’s no room for error. They must finish the first show by around 8:15PM.

Because we arrive early (as they requested), they bring us to the bar at Jaleo to relax for a few minutes while they finish setting up.

A little after 5:30, we are whisked away to the deep interior of the restaurant, where we find another glass door.

Welcome to the show. Your journey is about to begin.

The seating at é is quite intimate. Eights seats wrap around a semi-circular bar, where every single diner gets up-front and personal front row seats facing the kitchen. Rows of old-school card catalogs line a wall, and whimsical art and odd knick knacks decorate the walls and shelves.

Sous chef Cody Jeffs kicks off the show with a dramatic flair, pouring liquid nitrogen into a flask full of orange blossom water. A pool of smoke arises, spilling all over the table.

This liquid nitrogen-chilled water is mixed with Mazanilla sherry to create our first “course”, a Rebujito Cocktail which is absolutely refreshing and delicious.
Chef Cody and another sous chef soon lay out eight molds in the shape of José Andrés’s hands.
They gently lay out whimsical balls of Truffle Cotton Candy, our second course, each topped with edible gold flakes. This is paired alongside Idiazabal “Macaron”, an tense, cheesy cookie that pairs beautifully with the cottom candy.

It’s as if José Andrés is personally serving us all cotton candy.

I sincerely love both. The truffle cotton candy is intoxicating with strong truffle flavor, and the salty, intensely cheesy “macarons” are a perfect match.

Next, the chefs begin laying out perfectly formed hemispheres that look just like egg shells, have the consistency of chocolate, and taste like almonds.

These cold shells, presumably made with the use of liquid nitrogen (?) are called Nitro Almond Cups, and are filled with various almond flavored elements (such as foam) as well as a generous portion of caviar. The champagne with which this course is paired nicely bring out the nuttiness of the almonds.

The next course, called Apple “Brazo de Gitano”, reminds me of a similar course I had at Samm in Los Angeles. Airy, almost like styrofoam, this savory bite beautifully pairs together the flavors of apple and a strong blue cheese.

Next we enjoy another bite that looks like it should be sweet, but is actually savory. Barquillo is a traditional Spanish rolled wafer cookie.

Here, the barquillos contain a rich and savory truffle and anchovy filling that has the consistency of whipped cream. The flavors are absolutely fantastic, and our one little bite leaves me wishing for more.
The playful name “Almejas al Natural“ literally means “natural clams”, though in fact it’s anything but. These unassuming “clams” are actually filled with spherified balls of reconstituted clam juice. The resulting bite is gorgeously flavorful with intense clam flavors, and pairs well with the sherry with which it is paired.

The next course, Bocata de Bacalao, again reminds me of Chef Andres’s “Bahn Mi” that I had at Samm. Although the fried bread is similar from both places, this é version is more Spanish, made from salt cod, aioli, and caramelize onions. It’s deeply savory and quite rich.

Crispy Chicken Skin in Escabeche consists of a paper thin, flattened crispy chicken skin topped with chicken oysters and a foam inspired by “Escabeche” flavors, an acidic marinade traditionally used in Mediterranean cuisine. I find this dish to be tasty, though I am not particularly blown away by the flavors like I was for previous courses.

As a palate cleanser of sorts, we take a break from savory bites to enjoy a huge spherified ball of Cava Sangria. This is fun, and I am surprised at how much it really taste like cava. Knowing from experience, sometimes it’s not that trivial to make your spherified liquid taste the same as it is in its liquid form, especially when it comes to complex wines.
I’ve lost count at this point, but I can tell the dishes are getting more substantial and less like little “bites.”

Our next course is Artichoke “Puree” with Vanilla. Three perfectly formed artichoke hearts sit at the center of this dish, served with a rich, artichoke flavored sauce and vanilla foam. It’s wonderfully flavorful, though I don’t find any groundbreaking new flavors.
It’s hard to take notes for this meal, as things happen so quickly you might miss something if you’re head is buried in your notebook or phone. For example, during the preparation of the next course, Lobster with Citrus & Jasmine, the chefs draw a little “é” into the sauce of each plate (see middle picture above).

It is only there for a fleeting second, and soon a succulent piece of lobster tail is laid over the pretty letter that was just carefully drawn moments before.

This juicy piece of lobster tail is served with jasmine foam and tiny bits of fruit. The dish is paired with either a Spanish beer or a sparkling white wine (depending on whether guests opt for the normal pairing or grand pairing).

The next dish is one of my favorites of the entire meal. Chickpea Stew with Iberico Ham may sound simple, but the actual preparation that goes into this soup is astounding. Jamon iberico fat is first clarified and then emulsified together with three different stocks made with different types of bones. The “chickpeas” that you see in the photo are actually spherified balls with an intense, creamy essence that is much more than just chick pea. Finally, little bits of actual jamon iberico “bacon” dot the plate, rounding out the wonderful tastes and textures of this complex soup.

We were scraping the bottom of the bowl, trying to get every last drop of this flavorful elixir into our mouths.

Bryan loves bone marrow, and therefore loves the next course, Turbot with Bone Marrow. The simply prepared turbot (probably prepared sous vide) is topped with its skin fried and served with deep fried capers. Bryan loves the breaded and deep fried bone marrow “tater tots” served on the side. I personally find it to be way to rich and fatty, but Bryan loves it.

Chef Cody then brings out an entire lobe of foie gras covered in salt and herbs, appropriately named Whole Lobe of Foie Gras Baked in Salt.

It is served with tiny cubes of confit grapefruit, a paint-stroke of chocolate, and a light, clementine soup. The balance of the slightly salty foie gras and the sweetness from the other components works quite well.

Chef Cody explains to us the meaning behind the next dish, Secreto of Iberico Pork with Squid. The “secreto” is a particular “secret” part of the pig that butchers used to love keeping for themselves because it was so tasty.
This lovely piece of jamon iberico shoulder secreto is served with a squid jus sauce, made from squid a la plancha (on the grill).

Finally, it’s time for dessert. We are quite stuffed at this point, and hardly realize there is still so much more to come . . . .
Orange Pith Puree La Serena is almost like a transitional cheese course, savory and sweet at the same time. La Serena is a 60-day aged Spanish raw sheep’s milk cheese, strong, creamy and salty. It is topped with a fun, flat foamy sheet and whimsical flowers.

Flan is a traditional Spanish custard. Here, we enjoy tiny little cups of flan alongside crushed fruity ice.

The dramatic show continues as Chef Cody begins to cook “pirate-spiced” rum (lemon zest, vanilla, and cinnamon) and coffee together with this electrifying blue flame.

It’s almost hypnotizing to watch the blue flame as Chef Cody repeatedly raises and lowers his spoon.

The resultant coffee rum drink is served in a tiny espresso glass alongside Pan Con Chocolate, literally “bread with chocolate”. Here, bread baked in simple syrup is covered with a chocolate powder which tastes like shaved frozen chocolate mousse served with saffron olive oil. The flavor combination works surprisingly well.

“Arroz Con Leche”, a traditional Spanish tapioca pudding, comes inside a tiny candied cone as a single, delicious bite.

And the desserts keep coming!

Chef Cody begins to make “25 second Bizcocho”, an almond cone-shaped cake that is “baked” in the microwave for 25 seconds.

The cake is moist, not too sweet, and filled with a light cream. This is served with “Air” Chocolate, a fantastic bite of salt-topped chocolate with air holes all throughout the inside. It sort of reminds me of the British chocolate called “Aero.”

And finally, a delightfully fun final dessert that is visually huge, but takes up virtually no stomach space. Il Cocoa Paper with Dried Strawberry is extremely delicate. I believe it’s made mainly from sugar, but this paper-thin sculpture crumbles and quickly disintegrates in your mouth as you eat it.

I love it, and finish my entire piece.

We finish this off with José Andrés’s signature drink – his awesome gin and tonic. I first had this drink at Jaleo in Washington DC. It’s there that I realized that I love gin & tonic. Andrés’s version uses Hendrick’s gin, Fever Tree tonic, kaffir lime, lemon, and juniper.

It’s a perfect, refreshing way to end the evening.

As you would expect at the end of any show, the “characters” come out for a bow as we applaud their hard work.

It is only about 8:05PM, plenty of time before the next show. Most guests leave, but we hang around a bit, savoring the space, chatting with the staff.

I’ve got a huge smile on my face, because I’ve had so much fun the entire evening.

The food was absolutely phenomenal. I loved José Andrés’s creative intepretations of traditional Spanish classics. Even though he does some similar dishes at Samm in Los Angeles, I much prefer this meal over that one, possibly because I didn’t like the French-inspired dishes as much at Samm.

This could very well become one of my favorite meals I’ve ever had in Las Vegas.

I like it when I’m surprised by new and innovative flavor combinations, and é does not disappoint. Even though José Andrés says it’s more Spanish and more conservative, I still find it to be refreshingly different from the traditional French-inspired tasting menus that you typically find. Plus, his use and command of molecular gastronomy still sets his food apart from most high-end meals around.

Of course, it’s also possible I just like the bold flavors of Spanish cuisine more.

Whatever the reason, I had a wonderfully memorable time at é and I would highly recommend trying to get a reservation if you can. It’s become one of my favorite meals in Vegas, and I can’t wait to try it again when I return. I know they change the menu quarterly, so you can go back and (hopefully) try a range of a totally new set of surprising flavors.

The Details
Reservations are only done by emailing [email protected] up to three months before your date of dining. If they indicate availability, you must fill out and sign a form (more like a contract, really) where you give them your credit card number and agree to a few terms. Any cancellation made less than 14 days before dining date results in a 50% cancellation fee. A no-show results in a 100% cancellation fee.

The tasting menu is $195 and does not include alcohol or gratuity. There are two pairings: the standard pairing costs $130 and the premium pairing costs $300 (see below for both full lists). You can also order off of the extensive wine list (given to you in the form of a tablet!), which is shared with Jaleo.

Definitely put your name on the waiting list, as cancellations do happen. I called less than two weeks before my dinner and was able to secure seats for four due to a cancellation that happened a few days later.

Saluti!

Want to read more Vegas posts? Check out the Las Vegas Eating Guide which includes links to all Las Vegas area restaurant posts I’ve written.

WINE PAIRINGS
Standard Pairing
2008 Agusti Torello Mata Reserva Cava
La Gitana “En Rama” Jerez Hidalgo, Manzanilla (Sherry)
Alvear “Carlos VII” Amontillado Montilla-Morales (Sherry)
Estrella Damm Inedit (Beer)
2002 R. Lopez De Heredia “Vina Gravonia” Rioja (Crianza Blanco)
East India Solera Jerez NV E. Lustau (Sherry)
2000 Alejandro Fernandez “Dehesa La Granja” Zamora (Tempranillo)
2008 Jorge Ordonez & Co. “Victoria” Malaga (Moscatel)
2004 Gunderloch Nackenheim Rothenberg Trockenbeerenauslese (Riesling)
Ron Cremant (Warm rum and coffee cocktail)
Jose’s Gin & Tonic

Premium Pairing
Krug Grand Cuvee Brut NV Reims
Pasada Pastrana Jerez Hidalgo, Manzanilla (Sherry)
Bodegas Tradicion V.O.R.S. Jerez Oloroso (Sherry)
2009 Txomin Etxaniz Txakoli Getariao Txakolina
2000 R. Lopez De Heredia “Vina Tondonia” Gran Reserva Rioja (Rosé)
East India Solera Jerez NV E. Lustau (Sherry)
2003 Vega-Sicilia Valbuena 5° Año Ribera del Duero
2004 Gunderloch Nackenheim Rothenberg Trockenbeerenauslese (Riesling)
Ron Cremant (Warm rum and coffee cocktail)
Jose’s Gin & Tonic

e by Jose Andres
The Cosmopolitan (inside Jaleo)
3708 Las Vegas Blvd
S Las Vegas, NV 89109


April Bloomfield Loves Artichokes and Wants You to Love Them, Too

If you've never cooked with artichokes beyond steaming them whole and turning frozen hearts into spinach artichoke dip , aprile Bloomfield wants to teach you how.

"I think people are scared of artichokes , and anything green, because they’re scared of over-boiling them or making them brown," says the chef and owner of restaurants like The Spotted Pig and The Breslin . Bloomfield recently stopped by Buon appetito HQ for our Night Kitchen dinner party series , where she cooked up a vegetable-laden meal that included a salad of pot-roasted artichokes, chickweed, and grass-cut flowers.

Artichokes are quite versatile after you learn how to "turn" them, which involves removing the tough outer leaves, then scooping out the feathery choke in the middle (this is also referred to as "dechoking"). See our step-by-step guide to turning artichokes (there are GIFs!), then check out Bloomfield's three simple ways to eat them.

Eat Them Raw

Raw artichokes require the least amount of prep work, which makes it a great first step for the artichoke-shy. Bloomfield suggests peeling and dechoking some baby artichokes, then thinly slicing them with a knife or mandoline. Toss with lemon juice, olive oil, and Parmesan , which all complement the raw artichoke's tart and pleasantly bitter flavor. Bloomfield also likes to dress raw artichokes with a drizzle of bright vinegar (herb-infused, if you like), olive oil, and salt. "A nice vinegar will help cut the bitterness a little bit and really opens them up," Bloomfield says.

Thinly slice raw artichokes for this Raw Artichoke, Celery, and Parmesan Salad. Photo: Marcus Nilsson

Pot-Roast Them

Pot-roasting is Bloomfield's favorite cooking method for making herby, salty, creamy artichokes. "By the time they're done, they have this salty caramel that attaches itself to the artichokes," Bloomfield says. Plus, it's just fun to watch fresh artichokes go from green to pale white, then brown and crispy. Bloomfield likes to serve her Pot-Roasted Artichokes as a side with a piece of fish or lamb, or in a simple salad that highlights the flavors of the white wine, garlic, and mint that cook with the artichokes. To make a salad with your beautifully pot-roasted artichokes, arrange them on a platter with some arugula or pea shoots and finish with a little bit of lemon, olive oil, and a pinch of sea salt, if needed.

A recent Bloomfield creation featured pot-roasted artichokes, chickweed, and grass-cut flowers. Photo: Alex Lau

And of Course, Deep Fry ɾm

For a crunchy treat, peel and dechoke artichokes, then either slice thinly or cut up into ½"-1" chunks. Dip the artichoke pieces in milk, then dredge in flour and deep-fry them in oil heated to 350°. Fry thin slices for 30 seconds or chunks for about 5 minutes, then sprinkle with sea salt after they come out of the hot oil. Bloomfield likes to serve fried artichokes with a wedge of lemon or something to dip them in, like a garlicky mayonnaise or an herb aioli.

With Artichokes, as in Life, Persist!

Like shelling peas, there's no speeding up the process of turning artichokes—you just have to do it to get to the good stuff, one by one. " It gives you a moment to just concentrate on that one thing and it’s kind of nice," Bloomfield says. "Cooking in general is like that."


Pairings and useful tips

The fragrance of cardoon and spring flowers is intense, and reveals a perfect blend of bitterness on the palate thanks to the presences of tannins and sweetness. The texture is complex: the lower part of the bracts is fleshy yet tender and crisp at the same time. It is highly versatile in cooking, since it may be eaten raw, fried, filled with various ingredients, combined with pasta and risotto, preserved or even served as dessert. It has a particular penchant for garlic, onion, mint and parsley.

One of the signature dishes in which it reigns supreme is Carciofo e rosmarino (artichoke and rosemary) by three Michelin-starred Italian chef Niko Romito. “The notes of anchovy and liquorice typical of the artichoke return to the palate,” says the Abruzzo-born chef. It's nothing but artichoke cooked sous vide for one hour at 90 degrees before being brushed with resin extracted from the herb-aromatised stem.

Another dish that brings out the Sardinian spirit of the artichoke is fregola, a typical durum wheat semolina pasta, thorny Sardinian artichoke and calamari. Our recommendation for a gourmet pairing is to marry sliced artichoke dressed in oil and lemon with mullet roe bottarga.