Ricette tradizionali

11 modi in cui Anthony Bourdain ha cambiato il mondo del cibo Gallery

11 modi in cui Anthony Bourdain ha cambiato il mondo del cibo Gallery

Il leggendario chef, autore e conduttore televisivo è morto all'età di 61 anni

Tempo di sognare

Anthony Bourdain, uno dei principali luminari del mondo culinario, è morto all'età di 61 anni venerdì mentre si trovava in Francia per lavorare su un imminente episodio della sua serie della CNN Parts Unknown in Francia.

La sua morte per suicidio ha scioccato le sue legioni di fan in tutto il mondo e un'ondata di dolore da parte dei suoi fan e degli chef famosi ha immediatamente inondato Twitter e altre piattaforme di messaggistica sociale.

Bourdain ha iniziato la sua carriera come chef nel ristorante Les Halles di New York, ora chiuso, e ha messo a frutto la sua esperienza lì nell'esplosivo libro di memorie best-seller del 2000 Kitchen Confidential: Adventures in the Culinary Underbelly, che ha gettato una luce dura sull'intenso e poco affascinante mondo di lavorando nella cucina di un ristorante e approfondendo anche la storia dell'uso di droghe da parte dell'autore. Il successo di questo libro ha portato a ospitare diversi dei suoi programmi di viaggio incentrati sulla cucina, tra cui A Cook's Tour di Food Network, il seminale No Reservations di Travel Channel e Parts Unknown della CNN.

L'influenza di Bourdain sul mondo culinario non può essere sopravvalutata. Non ha solo introdotto milioni di persone a nuovi cibi, ci ha fatto conoscere nuovi modi di pensare al cibo e a come ci unisce. Ecco 11 modi in cui Anthony Bourdain ha cambiato il mondo del cibo.

11 modi in cui Anthony Bourdain ha cambiato il mondo del cibo

Tempo di sognare

Anthony Bourdain, uno dei principali luminari del mondo culinario, è morto all'età di 61 anni venerdì mentre si trovava in Francia per lavorare su un imminente episodio della sua serie della CNN Parts Unknown in Francia.

La sua morte per suicidio ha scioccato le sue legioni di fan in tutto il mondo e un'ondata di dolore da parte dei suoi fan e degli chef famosi ha immediatamente inondato Twitter e altre piattaforme di messaggistica sociale.

Bourdain ha iniziato la sua carriera come chef nel ristorante Les Halles di New York, ora chiuso, e ha messo a frutto la sua esperienza lì nell'esplosivo libro di memorie best-seller del 2000 Kitchen Confidential: Adventures in the Culinary Underbelly, che ha gettato una luce dura sull'intenso e poco affascinante mondo di lavorando nella cucina di un ristorante e approfondendo anche la storia dell'uso di droghe da parte dell'autore. Ecco 11 modi in cui Anthony Bourdain ha cambiato il mondo del cibo.

Ci ha dato un nuovo modo di guardare le cucine dei ristoranti

Sinistra: Amazon; A destra: Vonora/Dreamstime.com

Kitchen Confidential era uno sguardo senza esclusione di colpi dietro le porte a battente, nella tempesta di fuoco alimentata da sesso e droga e ruvida del retro della casa. Togliendo un po' del mistero da ciò che accade nelle cucine dei ristoranti, il suo libro ha convinto innumerevoli aspiranti chef che questa era davvero la vita per loro.

Ci ha presentato il "cuoco rock star"

Foto di Kevin Mazur/Getty Images per Turner

Tatuato, sboccato, supponente, alto, allampanato e con una storia di abuso di droghe, Bourdain non assomigliava a nessun altro chef che avessimo mai visto in TV.

Ci ha mostrato come mangia il mondo

istockphoto.com

Bourdain ha viaggiato in tutto il mondo, in luoghi mai esplorati prima in uno spettacolo di viaggio standard, e ha illustrato come le persone di tutto il mondo mangiano, cosa mangiano e come cucinano. Bourdain sapeva meglio di chiunque altro che il cibo è una delle poche cose che ci unisce veramente come una famiglia globale.

Ci ha dato un nuovo modo di pensare allo "street food"

tekinturkdogan/istockphoto.com

Bourdain ha affermato che preferirebbe sedersi all'angolo di una strada in Asia mangiando qualcosa di misterioso da una ciotola piuttosto che cenare in un ristorante a cinque stelle, e in quasi tutti gli episodi dei suoi spettacoli trascorreva del tempo per strada, mangiando il cibo confortevole e poco costoso della gente del posto. Ci ha mostrato che la "carne di strada" non è qualcosa di cui aver paura, ma piuttosto qualcosa da celebrare, e si è persino spinto fino in fondo nelle fasi di pianificazione di una food hall globale incentrata sul cibo di strada a New York prima i piani sono falliti l'anno scorso.

Ha legato il cibo alla cultura e alla politica

violettenlandungoy/istockphoto.com

In Parts Unknown, Bourdain ha viaggiato in luoghi remoti come Congo, Punjab e Tanzania, e invece di concentrarsi direttamente sul cibo, ha esplorato la storia, la cultura e la politica di ogni area. Le persone non vivono (o mangiano) nel vuoto e Bourdain usava il cibo come punto di ingresso in discussioni molto più profonde.

Ha reso la scoperta del cibo un'avventura

istockphoto.com

Bourdain era un esploratore; non si accontentava di viaggiare per il mondo e mangiare solo in ristoranti raffinati. Non ha avuto paura di rimboccarsi le maniche e mettersi in situazioni potenzialmente pericolose (come quando si è ritrovato a Beirut proprio quando nel 2006 è scoppiato il conflitto Israele-Libano e ha dovuto essere evacuato dal Corpo dei Marines), il tutto in cerca di grandi cibo e il significato più profondo che c'è dietro.

Ha reinventato il turismo enogastronomico

primeimages/istockphoto.com

Cercando, ad esempio, un vivace mercato notturno di Singapore, e facendosi strada in televisione, Bourdain ha contribuito a demistificare quella che per molti era un'esperienza esotica e sconosciuta, e li ha convinti che può essere divertente e illuminante cercare questi nuove esperienze culinarie per se stessi.

Ha fatto sì che uno chef diventasse politico

Foto di Kevin Mazur/Getty Images per Turner

Bourdain era sfacciato e schietto e usava il suo podio per attirare l'attenzione sulle ingiustizie sociali e politiche sia in patria che all'estero. Nessuno "chef televisivo" prima di lui ha passato così tanto tempo ad attirare l'attenzione su questioni sociali, e non gli è sembrato forzato o fuori luogo.

La sua "La mente di uno chef" ha approfondito le filosofie di chef leggendari

Bourdain è stato il produttore esecutivo di The Mind of a Chef di PBS, che ha trascorso ogni stagione seguendo uno specifico grande chef, tra cui David Chang, Sean Brock, April Bloomfield, Gabrielle Hamilton e David Kinch. Mentre in passato forse un episodio di un determinato spettacolo metteva in evidenza uno chef, nessuno spettacolo precedente aveva trascorso così tanto tempo a mostrare come funzionano le loro menti e ad approfondire le loro storie e filosofie personali. Presentava gli chef come artisti e la loro cucina come la loro arte.

Era impenitente

Mike Coppala/Getty Images per Turner

Quando non era d'accordo con Food Network, ha portato il suo spettacolo su Travel Channel. Quando non era d'accordo con Travel Channel, ha portato il suo spettacolo alla CNN. Era disgustato dall'aperta commercializzazione del complesso industriale di chef famosi e non si tratteneva dal criticare chef famosi come Paula Deen, Rachael Ray, Bobby Flay e Guy Fieri; mentre lodava chef tra cui Ferran Adria e Jose Andres. Bourdain era lo chef anti-celebrità.

Era un alleato del movimento #MeToo nel mondo del cibo

Denis Makarenko/ Dreamstime


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo…ma poi di nuovo, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciatemi riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi e guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha felicemente lasciato passare alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma sembravano ancora giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo stavo per seguire, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che prima mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e una strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. La Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore dell'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che volavano avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un volo lungo e angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e il tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver fissato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a risolverlo. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto.La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini scalano i leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e 10 ore di volo, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un bus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo…ma poi di nuovo, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciatemi riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi e guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha felicemente lasciato passare alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma sembravano ancora giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo stavo per seguire, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che prima mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e una strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. La Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore dell'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che volavano avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un volo lungo e angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e il tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver fissato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a risolverlo. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini scalano i leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e 10 ore di volo, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un bus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sud Africa per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo…ma poi di nuovo, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciatemi riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi, guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha fatto passare felicemente alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali, cose che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma mi sembravano comunque giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo avrei seguito, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che in precedenza mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e qualche strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore sull'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che hanno volato avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un lungo volo angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver guardato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a sistemare la cosa. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini si arrampicano sui leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e un volo di 10 ore, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o dalle nostre priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un autobus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo… ma ripeto, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciami riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi, guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha fatto passare felicemente alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie.Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma sembravano ancora giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo stavo per seguire, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che prima mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e una strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. La Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore dell'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che volavano avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un volo lungo e angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e il tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver fissato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a risolverlo. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini scalano i leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e 10 ore di volo, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un bus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo…ma poi di nuovo, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciatemi riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi e guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha felicemente lasciato passare alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma sembravano ancora giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo stavo per seguire, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che prima mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e una strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. La Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore dell'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che volavano avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow.La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un volo lungo e angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e il tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver fissato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a risolverlo. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini scalano i leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e 10 ore di volo, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un bus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo…ma poi di nuovo, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciatemi riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi e guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha felicemente lasciato passare alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma sembravano ancora giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo stavo per seguire, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che prima mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e una strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. La Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore dell'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che volavano avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un volo lungo e angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese.Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver guardato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a sistemare la cosa. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini si arrampicano sui leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e un volo di 10 ore, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o dalle nostre priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un autobus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo… ma ripeto, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciami riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi, guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha fatto passare felicemente alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali, cose che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma mi sembravano comunque giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo avrei seguito, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che in precedenza mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e qualche strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore sull'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che hanno volato avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un lungo volo angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver guardato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a sistemare la cosa. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre.Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini si arrampicano sui leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e un volo di 10 ore, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o dalle nostre priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un autobus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo… ma ripeto, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciami riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi, guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha fatto passare felicemente alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali, cose che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma mi sembravano comunque giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo avrei seguito, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che in precedenza mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e qualche strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore sull'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che hanno volato avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un lungo volo angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver guardato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a sistemare la cosa. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini si arrampicano sui leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e un volo di 10 ore, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o dalle nostre priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un autobus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo.Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo… ma ripeto, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciami riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli. Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi, guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha fatto passare felicemente alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali, cose che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma mi sembravano comunque giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo avrei seguito, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che in precedenza mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e qualche strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore sull'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che hanno volato avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un lungo volo angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Ho visto qualcuno essere arrestato però. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver guardato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a sistemare la cosa. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini si arrampicano sui leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e un volo di 10 ore, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o dalle nostre priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un autobus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per il giorno: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Il blog dello chef Lesego&#

Nel 2010 ho avuto la fortuna di vincere un viaggio a Londra tramite la British High Commission. Il concorso prevedeva la progettazione di una torta per i tifosi britannici in visita che sarebbero venuti in Sudafrica per la Coppa del Mondo FIFA 2010. È stato un viaggio di 5 giorni per lavorare alcuni giorni in un ristorante con stella Michelin, ma soprattutto per vedere Londra e di cosa si trattava. Mi è capitato di scrivere un diario sulla mia esperienza. Alcune delle mie divagazioni non sono esattamente legate al cibo… ma ripeto, noi chef non siamo solo sul cibo…

Questa è la voce del diario per il giorno 1. (ps Il “Anthony” a cui continuo a fare riferimento è il grande capo della Prue Leith Chef's Academy. Si è unito a me durante il viaggio…beh, perché è il capo *sigh *)

Oggi siamo atterrati all'aeroporto internazionale di Heathrow, il principale aeroporto di Londra. La prima volta che sono stato nel Regno Unito e finora è stato un viaggio piuttosto interessante. È iniziato con il tentativo di adattarsi agli assistenti di cabina acuti che mi chiedevano alle 22:00 se volevo "manzo o vegetariano signore". Non riuscivo a capire se fosse una domanda o un'affermazione... o una minaccia. Ad ogni modo, prima di continuare con il viaggio in aereo, lasciami riavvolgere un po' e spiegare la conversazione piuttosto seria che ho avuto con la guardia di sicurezza alla biglietteria Virgin-Atlantic. Non appena gli ho detto che sarei andato a Londra e che non ci ero mai stato, mi ha dato il "vecchio" una volta sopra. Ha deciso che sembravo sospettoso e ha chiesto come avrei pagato per il mio soggiorno e perché stavo andando così lontano da casa. Gli ho detto che non stavo pagando per il mio soggiorno e che era un mix di lavoro ma più orientato al piacere. Questo deve averlo davvero infastidito mentre mi ha dato il "vecchio" una volta sopra DUE VOLTE. Ho provveduto a chiedere se c'era un problema. Ho deciso di telefonare ad Anthony, che stava salutando sua figlia e sua moglie in un ristorante nelle vicinanze, solo per ricontrollare i dettagli.Non appena mi ha visto parlare con lui al telefono e menzionare ritardi e guardie di sicurezza e sprechi e altre parole simili, la guardia di sicurezza mi ha felicemente lasciato passare alla biglietteria. Hmmm, strano gruppo quelli.

Così sono arrivato alla biglietteria, la signora Virgin-Atlantic mi ha offerto un posto con più spazio per le gambe se avessi pagato un misero $ 50, con una risatina le ho detto che le mie gambe erano spaziose così com'erano, grazie. Poi ha continuato a parlarmi dei bagagli che aveva cercato per 5 giorni. Il proprietario di detto bagaglio era volato per essere in crociera da qualche parte nei Caraibi e pensava che qualcuno in crociera non avesse bisogno di altro che uno Speedo comunque. Abbiamo iniziato a ridere di come i veri uomini non indossano gli Speedos. Ancora una volta ho riso. Un mucchio divertente di questi inglesi.

Prosegui verso il Terminal 1, il terminal più lontano in cui abbia mai camminato, Dio benedica l'uomo che ha inventato le scale mobili orizzontali, cose che ti fanno camminare veloce come un vampiro in Twilight…, ma mi sembravano comunque giorni prima che ci arrivassi. La parte strana era che non c'era nessun altro oltre al personale dell'aeroporto. Forse ero solo in anticipo, ho pensato tra me e me. Dopo aver letto una rivista ho alzato lo sguardo per rendermi conto che ero ancora l'unica persona presente. Hmmm. Un'occhiata migliore al mio biglietto mi ha suggerito di andare al GATE 11. "Lo terremo per noi" ho sussurrato nella mia testa mentre mi dirigevo rapidamente verso il Gate 11. Ho scoperto che le adorabili cose delle scale mobili orizzontali entrano solo una direzione. Argh.

Alla fine, dopo quella bella scappatella, sono arrivato al terminale giusto, Anthony era lì ad aspettarmi - o no. In ogni caso lo avrei seguito, perdersi in un aeroporto non è divertente di questi tempi. Sorrisi piuttosto compiaciuto alla guardia di sicurezza che prima mi aveva trattato come un sospetto ma ora stava trattando gli altri come sospetti. La First Class, la Business Class e una strana categoria chiamata Premium Economy class sono state richiamate in sequenza e la classe Economy, la nostra classe di causa, è stata chiamata.

Il deco degli aerei Virgin-Atlantic è piuttosto interessante, chi avrebbe pensato che il rosso, l'argento, il grigio e il viola fossero abbinati come combinazione di colori. La Premium-Economy era orgogliosamente addobbata con deliziosi sedili viola scuro. I nostri posti erano argento e rosso… e piuttosto "accoglienti". Mi sono seduto accanto a una donna inglese piuttosto educata nel posto centrale nel corridoio centrale. Mi era stato detto che ero effettivamente nel posto peggiore dell'aereo. Bello. Dopo la consueta spiegazione sulla sicurezza con la sua consueta azione di braccio dell'assistente di volo verso uscite immaginarie e ascoltando quale strada avrebbe preso il capitano per portarci in Inghilterra, ho proceduto a capire come funzionava il famoso sistema di intrattenimento Virgin-Atlantic. Dopo aver premuto e stimolato il contenuto del mio cuore alla fine l'ho capito. Prima che potessi guardare qualcosa, furono serviti drink e cena. Una "cosa" di manzo è stata servita con verdure, un'insalata, un panino e il solito dolce "che diavolo è quello". Ci è stata consegnata una "borsa dei regali" o la "borsa dei servizi" ufficialmente definita. Aveva calzini, uno spazzolino da denti, un cuscino gonfiabile per il collo e altri piccoli oggetti. Non mi rendevo conto che le persone che volavano avevano bisogno di così tanto! I film erano freschi come una margherita, non avevo mai visto una selezione di film così nuova su un volo prima. Ho continuato a guardare Sherlock Holmes e mi sono sistemato per quello che ci era stato detto che sarebbe stato un volo di 10 ore.

Tornando all'inizio, siamo atterrati a Heathrow. Se avessi pensato che la passeggiata al Terminal 1 di Johannesburg fosse dura, allora Heathrow ha vinto la coppa. Sono sicuro che ci è stato dato il terminal più lontano che ci sia a Heathrow. La passeggiata era lunga. Pochissime scale mobili orizzontali e molte persone stanche e gatvol da un volo lungo e angusto.

Abbiamo fatto la solita cosa della dogana, un funzionario della dogana inglese (sono sicuro che si chiamano qualcos'altro lì ma non ricordo) ci ha detto che amava fare gli stufati dopo aver sentito perché eravamo a Londra. A parte questo, è stato abbastanza indolore. Però ho visto qualcuno essere arrestato. Che era qualcosa di interessante da tagliare attraverso la noia.

Dato che erano solo le 7:00 del mattino o giù di lì, abbiamo deciso di prendere l'Heathrow Express (fondamentalmente una versione larny del Gautrain) per Paddington per lasciare i bagagli all'hotel.

Anthony mi ha rassicurato che conosceva Paddington e sapeva come raggiungere l'hotel. L'ho rassicurato che mi fidavo del suo giudizio e che l'avrei seguito semplicemente perché io stesso conoscevo lo 0% di Londra. Per farla breve, ci siamo persi. Non è consigliabile trascinare una valigia da 23 kg e un laptop in un posto strano durante il traffico di punta del mattino. Dopo circa 3 richieste da parte di estranei e altri hotel, alla fine abbiamo trovato la strada per quella che sarebbe stata la nostra casa per 4 giorni. The Hyde Park Premier London Paddington Hotel (Sì, questo è il nome). Dopo aver discusso con l'addetto alla reception sulla nostra prenotazione e se esistesse o meno, abbiamo lasciato i bagagli e siamo partiti per andare a prendere i nostri biglietti per gli spettacoli e le attrazioni che http://www.visitbritainshop.com ci aveva così generosamente premiato. Non sapevamo che avventura stavamo per goderci.

Quello che ho imparato presto su Londra è che ci sono autobus e treni per ovunque e ovunque, purché tu sappia dove stai andando. Durante i preparativi per il viaggio ho scoperto che la mia adorabile macchina fotografica non aveva con sé il suo adorabile caricabatterie. Ne ho debitamente informato Anthony e l'abbiamo aggiunto all'ormai corposo elenco di "cose ​​da fare".

Siamo tornati alla stazione ferroviaria di Paddington prima di tutto per prendere l'acqua, le tazze in miniatura sull'aereo non rendevano giustizia a un bicchiere d'acqua e per portare ad Anthony la sua dose mattutina di caffeina. È stato mentre ero lì che ho scoperto presto che fare somme in valuta nella tua testa mentre all'estero non è una buona idea. Vedere una bottiglia di succo in un distributore automatico con un cartellino del prezzo di £ 2,50 mi ha fatto saltare più di un battito. Non ho potuto fare a meno di notare quanto fosse affollata la stazione con uomini d'affari e turisti con le valigie che si mescolavano in un unico posto. C'era anche un bel po' di lavori di ristrutturazione in corso alla stazione, qualcosa a cui mi ero abituato a Jo'burg negli ultimi 3 anni.

Abbiamo deciso di dirigerci verso la famosa metropolitana di Londra per prendere il mio primo "tubo" londinese. La prima cosa che mi ha colpito dell'Underground è la massa di persone che si dirigono tutte in una direzione ma pochissime hanno effettivamente conversazioni. Vecchi, giovani, lavoratori, turisti, bambini, tutti camminano attraverso i tunnel sotterranei. Alla fine siamo arrivati ​​alla nostra piattaforma, dove abbiamo preso la City Line per cercare di raggiungere un posto dove avremmo potuto trovare un caricatore per la fotocamera per me.

Uscendo dalla metropolitana vieni immediatamente colpito dal trambusto della folla londinese. Era ancora piuttosto presto, ma io e Anthony ci accorgemmo di quanto tardi sembrassero aprire i negozi a Londra. Simile alla metropolitana, le persone sembravano dirigersi dappertutto, ma pochissime chiacchieravano o sorridevano. Hmmm. Poi una bella pioggerellina di benvenuto londinese. Ah sì, eravamo arrivati.

Dopo aver camminato molto su e giù, alla fine abbiamo rinunciato al caricatore della fotocamera per il momento e abbiamo ordinato il cibo. Il posto più vicino aperto era un negozio Marks and Spencer (M&S). Ci siamo diretti verso la sezione del cibo e le cose hanno iniziato a sembrare stranamente familiari. Fu allora che mi resi conto che il legame tra South African Woolworths e Marks and Spencer non è solo un mito, sono praticamente la stessa cosa in termini di aspetto e sensazione e tipo di cibo venduto tranne alcuni frutti e prodotti freschi. Dopo aver fissato alcuni scaffali e pacchetti, i panini hanno vinto. Ora, la cosa strana che ci ha completamente sbalordito, le casse in M&S sono automatiche. Niente cassiere. Nessuno che ti faccia un sorriso falso. Nessuno a masticare gomme mentre scansionano i tuoi articoli. Essendo uomini, siamo rimasti sbalorditi dalla tecnologia e dal fattore fiducia. Un concetto come questo funzionerebbe in Sud Africa? Mi chiedo. Non c'erano nemmeno guardie di sicurezza all'ingresso o alle uscite. Io, essendo io, sono andato e ho rotto la macchina in qualche modo e un membro dello staff di M&S è dovuto venire a risolverlo. Dopo alcuni altri commenti "Accidenti" siamo presto usciti da M&S e ci siamo diretti a Piccadilly Circus per cercare di trovare il London Visitor Centre.

Lungo la strada Anthony mi ha riempito la testa di storie di negozi e ristoranti a Londra e delle loro storie. Ho notato quanti dei negozi nelle strade principali erano disponibili anche in Sud Africa, questo concetto di globalizzazione non era davvero un mito, dopotutto. Ci siamo fermati al negozio di giocattoli Hamleys lungo il percorso. Hamleys è conosciuto come il negozio di giocattoli più antico del mondo, aperto nel 1760 da William Hamley è un paradiso per bambini su 6 piani. Ogni livello è rivolto a un diverso gruppo di età e mi ha stupito la quantità di giocattoli disponibili. Penso che ogni tipo di giocattolo che ti viene in mente possa essere trovato in quell'edificio. Essendo qualcuno che ha sempre assecondato le mie tendenze infantili interiori, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi.

Abbiamo presto trovato Piccadilly Circus, ma ci siamo resi conto che il termine "circo" significava una congiunzione di molte strade in un punto circolare … e ognuna che andava in direzioni diverse. No, non quello di cui avevamo bisogno. Abbiamo cercato di elaborare i segnali stradali inutilmente. Abbiamo chiesto alla gente, ma ognuno ha aggiunto alla nostra confusione e poi abbiamo trovato il negozio Cool Britannia, forse il più grande negozio di souvenir che abbia mai visto. TUTTO quello venduto è dedicato alla Gran Bretagna ea Londra. Dalle tazze alle macchinine, dalle mappe ai falsi segnali stradali delle famose strade londinesi, dai Big Ben in miniatura ai poster di Trafalgar Square, chiamalo e probabilmente ce l'hanno. Ho preso mentalmente nota di tornare più tardi, ma in quel momento il nostro obiettivo era ottenere indicazioni! Abbiamo trovato una signora piuttosto disponibile al piano inferiore che ci ha detto che il posto che stavamo cercando era letteralmente dietro l'angolo.

Quindi abbiamo debitamente girato l'angolo. A un isolato di distanza e gioia delle gioie, il London Visitors Centre. Presto avremmo scoperto che le nostre 2 ore di cammino erano state inutili, i buoni che avevamo ricevuto potevano essere riscattati solo il giorno in cui dovevamo usarli. Molti sospiri sono stati condivisi tra me e Anthony. Ok, avanti diretto a Trafalgar Square!

Fortunatamente per noi Trafalgar è a soli 2 isolati da dove eravamo. Sono diventato stordito dall'eccitazione quando mi sono reso conto che stavo per vedere il mio primo grande punto di riferimento londinese.

Trafalgar Square è uno strano tipo di posto. La National Gallery è l'edificio principale che si apre sull'enorme fila di gradini che il pubblico utilizza liberamente (e felicemente) per godersi il panorama. Dai gradini puoi vedere il London Eye, Buckingham Palace (se strizzi gli occhi e guardi molto attentamente) e ovviamente la famosa statua di Lord Nelson. È un'esperienza piuttosto surreale quando arrivi per la prima volta e vedi tutto. La famosa Trafalgar Square. i piccioni non sono più dovuti all'introduzione di 3 falchi che pattugliano la zona. Gli autobus ei taxi riempiono le strade che circondano la piazza ei turisti si siedono sui gradini delle statue scattando foto. I bambini scalano i leoni di bronzo mentre i loro genitori vanno oohh e ahh all'arte nella galleria. Perché la nostra missione non era vedere Lord Nelson, la nostra missione era trovare gli uffici di The Original London Tour Sightseeing. Dopo esserci persi ancora una volta siamo riusciti a trovarlo nascosto proprio dietro l'angolo di Trafalgar Square. Abbiamo ricevuto la stessa bella notizia di prima, potevamo riscattare i nostri biglietti solo il giorno in cui dovevamo usarli. Dopo aver camminato per ore e 10 ore di volo, fare un giro turistico era lontano dalla nostra lista o priorità per la giornata. Abbiamo deciso che era ora di pranzo e una birra.

Abbiamo trovato un ristorante stranamente chiamato All Bar One, apparentemente una sorta di franchising famoso per la sua vasta lista di vini e birre disponibili. Anthony è stato più che felice di informarmi dei suoi giorni giovanili per le strade di Londra e dei suoi ricordi delle birre locali. Il menu era piuttosto vasto con alcune opzioni per soddisfare un mercato più ampio. Abbiamo ordinato prima le birre (avevamo le nostre priorità per giusta causa) e ho ordinato un hamburger di falafel. Una cosa con una primavera londinese è che il sole potrebbe splendere ma sicuramente non è caldo! Ci siamo trasferiti 3 volte prima di trovare un calore adeguato. Abbiamo notato quanto fosse pulita Londra nonostante l'enorme numero di persone al suo interno e come i fumatori ignorassero questo fatto e lanciassero i loro "stompies" ovunque. Sembra che i fumatori siano gli stessi in tutto il mondo, eheh. Simile al Sud Africa, non è permesso fumare nei ristoranti o all'interno degli edifici.

Dopo pranzo abbiamo deciso di dare un'altra possibilità alla ricerca di un caricatore per fotocamera. Siamo saliti su un bus londinese e ci siamo diretti verso Hyde Park e oltre. Lungo la strada ho avuto la possibilità di osservare davvero la meraviglia che è Londra. Gli enormi parchi reali (il terreno appartiene alla Regina ma lei lo ha affidato alla città per essere utilizzato dal pubblico), l'enorme numero di autobus (c'è un autobus ogni 2 minuti mi ha detto qualcuno) e l'efficienza del pubblico sistema di trasporto. La città è pulita e, a differenza della maggior parte delle grandi città, non ha enormi grattacieli.

Siamo scesi dall'autobus e ci siamo persi di nuovo. Per farla breve, non abbiamo trovato il caricatore giusto per la fotocamera e quello che abbiamo trovato è stato venduto per £ 40 e 8230, il che è stato sufficiente per farmi ridere. Abbiamo trovato un proprietario di un negozio di macchine fotografiche disposto a farmi pagare la batteria per £5. (Nota personale: non dimenticare MAI più il caricatore della fotocamera a casa)

Abbiamo deciso che era ora di fermarci e siamo andati a Euston Square per prendere la metropolitana per tornare a casa.

Tornati in albergo ci separammo, Anthony nella sua stanza stranamente numero 806 e io nella stanza 14 (fatto inutile per la giornata: nessun hotel ha una stanza 13 e nessun aereo ha una fila 13). Mi è piaciuta la banda larga GRATUITA e ho telefonato ai miei amici e alla mia famiglia a casa e l'ho chiamato una notte. Il primo giorno a Londra era ormai completo….

Ok, non proprio, mi sono svegliato per andare a comprare del KFC, mi era stato detto da Ruan a scuola che avrei dovuto provarlo. Conoscendo la mia debolezza piuttosto triste per il pollo fritto, ho ceduto. È stato interessante notare quanto siano più puliti i nostri KFC e quante opzioni abbiamo a casa. Le porzioni a Londra sono molto più grandi delle nostre e le loro patatine sono decisamente migliori. Ecco il mio bocconcino culinario della giornata. Pollo fritto, un letto caldo e Sky News…buona notte Londra


Guarda il video: Medium raw. Anthony Bourdain in conversation (Dicembre 2021).