Ricette tradizionali

La Doppia Piramide guida i mangiatori verso scelte alimentari sane e sostenibili

La Doppia Piramide guida i mangiatori verso scelte alimentari sane e sostenibili

La Doppia Piramide, sviluppata dal Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) nel 2010, combina la tradizionale piramide alimentare con un'ulteriore piramide ambientale per rappresentare gli impatti sia nutrizionali che ambientali del consumo di cibo.

Sulla base di indicatori ambientali, tra cui le emissioni di gas serra e il consumo di acqua, la parte ambientale della Doppia Piramide è progettata per mostrare gli impatti ambientali associati ai diversi gruppi di alimenti. La sezione inferiore della piramide invertita raffigura cibi con un minore impatto ambientale, come frutta e verdura. Man mano che la piramide si allarga, vengono mostrati cibi con un'impronta ecologica maggiore, come carne, olio d'oliva e formaggio. La carne rossa è in cima alla piramide come il prodotto alimentare più dispendioso in termini di risorse e con un impatto ambientale. Un recente studio pubblicato su Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze rivela che, negli Stati Uniti, la produzione di carne bovina richiede 28 volte più terra per produrre rispetto a carne di maiale o pollo, 11 volte più acqua e crea cinque volte più emissioni di gas serra.

La porzione della piramide alimentare della Doppia Piramide si basa sull'attuale scienza nutrizionale e rappresenta visivamente quali gruppi di alimenti dovrebbero essere consumati maggiormente per una dieta sana ed equilibrata. Mentre le piramidi alimentari possono essere semplici e intuitive da comprendere per il grande pubblico, paesi come gli Stati Uniti hanno tentato di modernizzare il loro approccio nutrizionale alla luce dei crescenti tassi di obesità. Ora, utilizzando le linee guida dietetiche MyPlate, il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) spera che migliori abitudini alimentari riducano l'attuale tasso di obesità negli Stati Uniti, che si attesta a quasi il 35 percento.

BCFN sottolinea che, convenientemente, la Doppia Piramide consente ai consumatori di vedere che “i cibi che si consiglia di consumare di più, sono anche, in genere, quelli che hanno il minor impatto ambientale. D'altra parte, gli alimenti che si consiglia di mangiare di meno sono anche quelli che hanno un maggiore impatto ambientale”.

Tuttavia, ci sono alcune eccezioni degne di nota. L'olio d'oliva, apprezzato per i suoi grassi salutari per il cuore, occupa un posto più alto nella piramide ambientale rispetto a quella alimentare. L'aumento della domanda di prodotti ha portato alla rapida espansione degli uliveti, che ha causato carenze idriche ed erosione del suolo nelle regioni mediterranee. I consumatori possono soffriggere responsabilmente acquistando marchi nazionali e utilizzando oli più appropriati per i diversi metodi di cottura. Al contrario, i dolci a base di farina e zucchero possono avere una piccola impronta ecologica, ma sono comunque meglio conservati per il dessert.

La Doppia Piramide reinventa il modo in cui i mangiatori calcolano le conseguenze delle loro scelte dietetiche. Poiché il moderno sistema alimentare continua a devastare l'ambiente e i consumatori continuano a sperimentare tassi crescenti di obesità, la Doppia Piramide può essere uno strumento per preservare sia la salute del pianeta che della sua gente.


9 modi per mangiare per un pianeta più sano

Il sistema alimentare rappresenta oltre un terzo delle emissioni globali di gas serra, secondo un recente studio pubblicato su Cibo naturale.

Ma ad ogni pasto, i consumatori hanno l'opportunità di prendere decisioni rispettose del clima che riducono la loro impronta di carbonio. Dal mangiare stagionalmente all'adozione di una dieta vegetale, Food Tank sta evidenziando nove modi per mangiare bene e sostenere l'ambiente.

E sintonizzati alle 14:00 EDT il 28 aprile per la Giornata Stop Food Waste di Food Tank e Compass Group. Chef, responsabili politici, esperti del sistema alimentare e altri condivideranno modi efficaci in cui tutti possono ridurre la perdita di cibo e gli sprechi alimentari e sostenere l'ambiente. Scopri di più e registrati qui.

1. ​Mangiare

I cibi migliori sono quelli che non sprechiamo affatto. La maggior parte di noi mangia solo le cimette di verdure come i broccoli, ma le foglie possono essere gustose come contorno invece degli spinaci possono essere arrostite con le cimette o saltate con olio d'oliva e sale e pepe. Oppure lo chef Haile Thomas di The Happy Org suggerisce di fare il pesto con quasi tutto ciò che sta appassendo nel tuo frigorifero, comprese verdure sorprendenti come la lattuga. Miscelato con noci o pinoli e olio d'oliva, il pesto di lattuga può essere una deliziosa spalmata o utilizzato sulla pasta. Puoi ascoltare altri suggerimenti come questo dall'evento Compass Group e Food Tank Stop Food Waste Day.

2. Conosci il tuo contadino, conosci il tuo cibo

I cibi coltivati ​​a livello locale e regionale danno ai consumatori la possibilità di sapere chi coltiva il loro cibo e le pratiche agricole che usano. Poiché le scelte alimentari regionali non vengono spedite a centinaia o addirittura migliaia di miglia, tendono ad essere più deliziose. Hanno l'ulteriore vantaggio di contribuire all'economia locale. Non dimentichiamo che gli agricoltori locali e regionali sono stati in grado di fare da perno durante la pandemia e sono stati in grado di nutrire molti di noi.

3. Bontà perenne

Perenni, quelli che non hanno bisogno di essere piantati di anno in anno come le annuali, hanno diversi vantaggi. Secondo il Land Institute, le piante perenni non richiedono aratura annuale o applicazioni di erbicidi per crescere, quindi sono migliori per l'ambiente. Asparagi, uva, carciofi, rabarbaro e cereali come Kernza sono modi deliziosi per incorporare piante perenni nei tuoi pasti e c'è persino una birra fatta con Kernza!

4. ​Mangiare stagionalmente

La maggior parte di noi è abituata a procurarsi qualsiasi cibo desideri in qualsiasi periodo dell'anno, che si tratti di fragole a novembre o mirtilli a febbraio. Secondo FoodPrint, i prodotti di stagione di solito hanno un sapore migliore. E dicono che il cibo di stagione può essere più nutriente del cibo consumato fuori stagione.

5. ​Diventare incentrato sulla pianta

Dal lunedì senza carne al Veganuary, ci sono molte campagne che incoraggiano i consumatori a consumare meno o nessuna carne. E anche se diventare vegani o vegetariani potrebbe non essere adatto a tutti, ci sono molti vantaggi nel mangiare meno mangiare qualche giorno alla settimana. Chef e sostenitori come Dan Barber hanno sostenuto per anni di rendere le verdure il centro dei nostri piatti con carne usata con parsimonia, più come un condimento.

6. ​Sostenere le imprese BIPOC, asiatiche e di proprietà di donne

Non è un segreto che la pandemia abbia svelato molte verità dolorose sull'ingiustizia nel sistema alimentare. Ora è il momento di riconoscere le aziende che hanno mancato di supporto e attenzione. Le guide di Esquire, Vice e Spoon University possono far sapere ai mangiatori come supportare queste attività.

7. Evitare carne grande, latticini e uova

La Doppia Piramide creata dal Barilla Center for Food & Nutrition evidenzia che anche i cibi peggiori per l'uomo possono danneggiare la salute del pianeta. E i prodotti animali industriali non solo sono in cima alla piramide, ma hanno un enorme impatto sui lavoratori, da quelli che lavorano negli allevamenti intensivi agli impianti di lavorazione. La carne e i latticini nutriti con erba e biologici tendono ad avere più Omega-3 e, di nuovo, possono sostenere le economie locali.

8. Abbandonare gli alimenti ultra-elaborati

Mentre molti di noi hanno trovato conforto in biscotti, patatine e altri alimenti ultra-elaborati nell'ultimo anno, questi alimenti sono ricchi di grassi, sodio e zucchero e poveri di sostanze nutritive. Secondo un recente studio in Rete JAMA aperta, quelli di noi che erano sotto gli ordini di un rifugio sul posto guadagnavano circa mezzo chilo ogni 10 giorni o circa due libbre al mese. Ma non tutti gli alimenti trasformati sono cattivi: i cibi in scatola, in particolare quelli realizzati con i prodotti dei nostri orti, possono essere un modo sano e delizioso per risparmiare i prodotti. E disidratare ed essiccare erbe e verdure può far durare a lungo i nostri raccolti.

9. Fuga dal culto del fresco

Mentre la frutta e la verdura fresche sono nutrienti e deliziose, l'acquisto troppo zelante al supermercato o al mercato degli agricoltori può significare che molti di loro vanno sprecati. Le vendite di alimenti surgelati, comprese le verdure, sono aumentate durante la pandemia: sono convenienti, facili da usare e poiché vengono generalmente raccolti e congelati al loro apice, mantengono il loro valore nutrizionale.

Danielle Nierenberg è presidente di Food Tank ed esperta di agricoltura sostenibile e questioni alimentari. Ha scritto molto su genere e popolazione, la diffusione dell'allevamento intensivo nei paesi in via di sviluppo e le innovazioni nell'agricoltura sostenibile.


9 modi per mangiare per un pianeta più sano

Il sistema alimentare rappresenta oltre un terzo delle emissioni globali di gas serra, secondo un recente studio pubblicato su Cibo naturale.

Ma ad ogni pasto, i consumatori hanno l'opportunità di prendere decisioni rispettose del clima che riducono la loro impronta di carbonio. Dal mangiare stagionalmente all'adozione di una dieta vegetale, Food Tank sta evidenziando nove modi per mangiare bene e sostenere l'ambiente.

E sintonizzati alle 14:00 EDT il 28 aprile per la Giornata Stop Food Waste di Food Tank e Compass Group. Chef, responsabili politici, esperti del sistema alimentare e altri condivideranno modi efficaci in cui tutti possono ridurre la perdita di cibo e gli sprechi alimentari e sostenere l'ambiente. Scopri di più e registrati qui.

1. ​Mangiare

I cibi migliori sono quelli che non sprechiamo affatto. La maggior parte di noi mangia solo le cimette di verdure come i broccoli, ma le foglie possono essere gustose come contorno invece degli spinaci possono essere arrostite con le cimette o saltate con olio d'oliva e sale e pepe. Oppure lo chef Haile Thomas di The Happy Org suggerisce di fare il pesto con quasi tutto ciò che sta appassindo nel tuo frigorifero, comprese verdure sorprendenti come la lattuga. Miscelato con noci o pinoli e olio d'oliva, il pesto di lattuga può essere una deliziosa spalmata o utilizzato sulla pasta. Puoi ascoltare altri suggerimenti come questo dall'evento Compass Group e Food Tank Stop Food Waste Day.

2. ​Conosci il tuo contadino, conosci il tuo cibo

I cibi coltivati ​​a livello locale e regionale danno ai consumatori la possibilità di sapere chi coltiva il loro cibo e le pratiche agricole che usano. Poiché le scelte alimentari regionali non vengono spedite a centinaia o addirittura migliaia di miglia, tendono ad essere più deliziose. Hanno l'ulteriore vantaggio di contribuire all'economia locale. Non dimentichiamo che gli agricoltori locali e regionali sono stati in grado di fare da perno durante la pandemia e sono stati in grado di nutrire molti di noi.

3. Bontà perenne

Perenni, quelli che non hanno bisogno di essere piantati di anno in anno come le annuali, hanno diversi vantaggi. Secondo il Land Institute, le piante perenni non richiedono aratura annuale o applicazioni di erbicidi per crescere, quindi sono migliori per l'ambiente. Asparagi, uva, carciofi, rabarbaro e cereali come Kernza sono modi deliziosi per incorporare piante perenni nei tuoi pasti e c'è persino una birra fatta con Kernza!

4. ​Mangiare stagionalmente

La maggior parte di noi è abituata a procurarsi qualsiasi cibo desideri in qualsiasi periodo dell'anno, che si tratti di fragole a novembre o mirtilli a febbraio. Secondo FoodPrint, i prodotti di stagione di solito hanno un sapore migliore. E dicono che il cibo di stagione può essere più nutriente del cibo consumato fuori stagione.

5. ​Diventare incentrato sulla pianta

Dal lunedì senza carne al Veganuary, ci sono molte campagne che incoraggiano i consumatori a consumare meno o nessuna carne. E anche se diventare vegani o vegetariani potrebbe non essere adatto a tutti, ci sono molti vantaggi nel mangiare meno mangiare qualche giorno alla settimana. Chef e sostenitori come Dan Barber hanno sostenuto per anni di rendere le verdure il centro dei nostri piatti con carne usata con parsimonia, più come un condimento.

6. ​Supporto alle imprese BIPOC, asiatiche e di proprietà di donne

Non è un segreto che la pandemia abbia svelato molte verità dolorose sull'ingiustizia nel sistema alimentare. Ora è il momento di riconoscere le aziende che hanno mancato di supporto e attenzione. Le guide di Esquire, Vice e Spoon University possono far sapere ai mangiatori come supportare queste attività.

7. Evitare carne grande, latticini e uova

La Doppia Piramide creata dal Barilla Center for Food & Nutrition evidenzia che anche i cibi peggiori per l'uomo possono danneggiare la salute del pianeta. E i prodotti animali industriali non sono solo in cima alla piramide, ma hanno un enorme impatto sui lavoratori, da quelli che lavorano negli allevamenti intensivi agli impianti di lavorazione. La carne e i latticini nutriti con erba e biologici tendono ad avere più Omega-3 e, ancora una volta, possono sostenere le economie locali.

8. Abbandonare gli alimenti ultra-elaborati

Mentre molti di noi hanno trovato conforto in biscotti, patatine e altri alimenti ultra-elaborati nell'ultimo anno, questi alimenti sono ricchi di grassi, sodio e zucchero e poveri di sostanze nutritive. Secondo un recente studio in Rete JAMA aperta, quelli di noi che erano sotto gli ordini di un rifugio sul posto guadagnavano circa mezzo chilo ogni 10 giorni o circa due libbre al mese. Ma non tutti gli alimenti trasformati sono cattivi: i cibi in scatola, in particolare quelli realizzati con i prodotti dei nostri orti, possono essere un modo sano e delizioso per risparmiare i prodotti. E disidratare ed essiccare erbe e verdure può far durare a lungo i nostri raccolti.

9. Fuga dal culto del fresco

Mentre la frutta e la verdura fresche sono nutrienti e deliziose, l'acquisto troppo zelante al supermercato o al mercato degli agricoltori può significare che molti di loro vanno sprecati. Le vendite di alimenti surgelati, comprese le verdure, sono aumentate durante la pandemia: sono convenienti, facili da usare e poiché vengono generalmente raccolti e congelati al loro apice, mantengono il loro valore nutrizionale.

Danielle Nierenberg è presidente di Food Tank ed esperta di agricoltura sostenibile e questioni alimentari. Ha scritto molto su genere e popolazione, la diffusione dell'allevamento intensivo nei paesi in via di sviluppo e le innovazioni nell'agricoltura sostenibile.


9 modi per mangiare per un pianeta più sano

Il sistema alimentare rappresenta oltre un terzo delle emissioni globali di gas serra, secondo un recente studio pubblicato su Cibo naturale.

Ma ad ogni pasto, i consumatori hanno l'opportunità di prendere decisioni rispettose del clima che riducono la loro impronta di carbonio. Dal mangiare stagionalmente all'adozione di una dieta vegetale, Food Tank sta evidenziando nove modi per mangiare bene e sostenere l'ambiente.

E sintonizzati alle 14:00 EDT il 28 aprile per la Giornata Stop Food Waste di Food Tank e Compass Group. Chef, responsabili politici, esperti del sistema alimentare e altri condivideranno modi efficaci in cui tutti possono ridurre la perdita di cibo e gli sprechi alimentari e sostenere l'ambiente. Scopri di più e registrati qui.

1. ​Mangiare

I cibi migliori sono quelli che non sprechiamo affatto. La maggior parte di noi mangia solo le cimette di verdure come i broccoli, ma le foglie possono essere gustose come contorno invece degli spinaci possono essere arrostite con le cimette o saltate con olio d'oliva e sale e pepe. Oppure lo chef Haile Thomas di The Happy Org suggerisce di fare il pesto con quasi tutto ciò che sta appassindo nel tuo frigorifero, comprese verdure sorprendenti come la lattuga. Miscelato con noci o pinoli e olio d'oliva, il pesto di lattuga può essere una deliziosa spalmata o utilizzato sulla pasta. Puoi ascoltare altri suggerimenti come questo dall'evento Compass Group e Food Tank Stop Food Waste Day.

2. Conosci il tuo contadino, conosci il tuo cibo

I cibi coltivati ​​a livello locale e regionale danno ai consumatori la possibilità di sapere chi coltiva il loro cibo e le pratiche agricole che usano. Poiché le scelte alimentari regionali non vengono spedite a centinaia o addirittura migliaia di miglia, tendono ad essere più deliziose. Hanno l'ulteriore vantaggio di contribuire all'economia locale. Non dimentichiamo che gli agricoltori locali e regionali sono stati in grado di fare da perno durante la pandemia e sono stati in grado di nutrire molti di noi.

3. Bontà perenne

Perenni, quelli che non hanno bisogno di essere piantati di anno in anno come le annuali, hanno diversi vantaggi. Secondo il Land Institute, le piante perenni non richiedono aratura annuale o applicazioni di erbicidi per crescere, quindi sono migliori per l'ambiente. Asparagi, uva, carciofi, rabarbaro e cereali come Kernza sono modi deliziosi per incorporare piante perenni nei tuoi pasti e c'è persino una birra fatta con Kernza!

4. ​Mangiare stagionalmente

La maggior parte di noi è abituata a procurarsi qualsiasi cibo desideri in qualsiasi periodo dell'anno, che si tratti di fragole a novembre o mirtilli a febbraio. Secondo FoodPrint, i prodotti di stagione di solito hanno un sapore migliore. E dicono che il cibo di stagione può essere più nutriente del cibo consumato fuori stagione.

5. ​Diventare incentrato sulla pianta

Dal lunedì senza carne al Veganuary, ci sono molte campagne che incoraggiano i consumatori a consumare meno o nessuna carne. E anche se diventare vegani o vegetariani potrebbe non essere adatto a tutti, ci sono molti vantaggi nel mangiare meno mangiare qualche giorno alla settimana. Chef e sostenitori come Dan Barber hanno sostenuto per anni di rendere le verdure il centro dei nostri piatti con carne usata con parsimonia, più come un condimento.

6. ​Sostenere le imprese BIPOC, asiatiche e di proprietà di donne

Non è un segreto che la pandemia abbia svelato molte verità dolorose sull'ingiustizia nel sistema alimentare. Ora è il momento di riconoscere le aziende che hanno mancato di supporto e attenzione. Le guide di Esquire, Vice e Spoon University possono far sapere ai mangiatori come supportare queste attività.

7. Evitare carne grande, latticini e uova

La Doppia Piramide creata dal Barilla Center for Food & Nutrition evidenzia che anche i cibi peggiori per l'uomo possono danneggiare la salute del pianeta. E i prodotti animali industriali non sono solo in cima alla piramide, ma hanno un enorme impatto sui lavoratori, da quelli che lavorano negli allevamenti intensivi agli impianti di lavorazione. La carne e i latticini nutriti con erba e biologici tendono ad avere più Omega-3 e, ancora una volta, possono sostenere le economie locali.

8. Abbandonare gli alimenti ultra-elaborati

Mentre molti di noi hanno trovato conforto in biscotti, patatine e altri alimenti ultra-elaborati nell'ultimo anno, questi alimenti sono ricchi di grassi, sodio e zucchero e poveri di sostanze nutritive. Secondo un recente studio in Rete JAMA aperta, quelli di noi che erano sotto gli ordini di un rifugio sul posto guadagnavano circa mezzo chilo ogni 10 giorni o circa due libbre al mese. Ma non tutti gli alimenti trasformati sono cattivi: i cibi in scatola, in particolare quelli realizzati con i prodotti dei nostri orti, possono essere un modo sano e delizioso per risparmiare i prodotti. E disidratare ed essiccare erbe e verdure può far durare a lungo i nostri raccolti.

9. Fuga dal culto del fresco

Mentre la frutta e la verdura fresche sono nutrienti e deliziose, l'acquisto troppo zelante al supermercato o al mercato degli agricoltori può significare che molti di loro vanno sprecati. Le vendite di alimenti surgelati, comprese le verdure, sono aumentate durante la pandemia: sono convenienti, facili da usare e poiché vengono generalmente raccolti e congelati al loro apice, mantengono il loro valore nutrizionale.

Danielle Nierenberg è presidente di Food Tank ed esperta di agricoltura sostenibile e questioni alimentari. Ha scritto molto su genere e popolazione, la diffusione dell'allevamento intensivo nei paesi in via di sviluppo e le innovazioni nell'agricoltura sostenibile.


9 modi per mangiare per un pianeta più sano

Il sistema alimentare rappresenta oltre un terzo delle emissioni globali di gas serra, secondo un recente studio pubblicato su Cibo naturale.

Ma ad ogni pasto, i consumatori hanno l'opportunità di prendere decisioni rispettose del clima che riducono la loro impronta di carbonio. Dal mangiare stagionalmente all'adozione di una dieta vegetale, Food Tank sta evidenziando nove modi per mangiare bene e sostenere l'ambiente.

E sintonizzati alle 14:00 EDT il 28 aprile per la Giornata Stop Food Waste di Food Tank e Compass Group. Chef, responsabili politici, esperti del sistema alimentare e altri condivideranno modi efficaci in cui tutti possono ridurre la perdita di cibo e gli sprechi alimentari e sostenere l'ambiente. Scopri di più e registrati qui.

1. ​Mangiare

I cibi migliori sono quelli che non sprechiamo affatto. La maggior parte di noi mangia solo le cimette di verdure come i broccoli, ma le foglie possono essere gustose come contorno invece degli spinaci possono essere arrostite con le cimette o saltate con olio d'oliva e sale e pepe. Oppure lo chef Haile Thomas di The Happy Org suggerisce di fare il pesto con quasi tutto ciò che sta appassindo nel tuo frigorifero, comprese verdure sorprendenti come la lattuga. Miscelato con noci o pinoli e olio d'oliva, il pesto di lattuga può essere una deliziosa spalmata o utilizzato sulla pasta. Puoi ascoltare altri suggerimenti come questo dall'evento Compass Group e Food Tank Stop Food Waste Day.

2. Conosci il tuo contadino, conosci il tuo cibo

I cibi coltivati ​​a livello locale e regionale danno ai consumatori la possibilità di sapere chi coltiva il loro cibo e le pratiche agricole che usano. Poiché le scelte alimentari regionali non vengono spedite a centinaia o addirittura migliaia di miglia, tendono ad essere più deliziose. Hanno l'ulteriore vantaggio di contribuire all'economia locale. Non dimentichiamo che gli agricoltori locali e regionali sono stati in grado di fare da perno durante la pandemia e sono stati in grado di nutrire molti di noi.

3. Bontà perenne

Perenni, quelli che non hanno bisogno di essere piantati di anno in anno come le annuali, hanno diversi vantaggi. Secondo il Land Institute, le piante perenni non richiedono aratura annuale o applicazioni di erbicidi per crescere, quindi sono migliori per l'ambiente. Asparagi, uva, carciofi, rabarbaro e cereali come Kernza sono modi deliziosi per incorporare piante perenni nei tuoi pasti e c'è persino una birra fatta con Kernza!

4. ​Mangiare stagionalmente

La maggior parte di noi è abituata a procurarsi qualsiasi cibo desideri in qualsiasi periodo dell'anno, che si tratti di fragole a novembre o mirtilli a febbraio. Secondo FoodPrint, i prodotti di stagione di solito hanno un sapore migliore. E dicono che il cibo di stagione può essere più nutriente del cibo consumato fuori stagione.

5. ​Diventare incentrato sulla pianta

Dal lunedì senza carne al Veganuary, ci sono molte campagne che incoraggiano i consumatori a consumare meno o nessuna carne. E anche se diventare vegani o vegetariani potrebbe non essere adatto a tutti, ci sono molti vantaggi nel mangiare meno mangiare qualche giorno alla settimana. Chef e sostenitori come Dan Barber hanno sostenuto per anni di rendere le verdure il centro dei nostri piatti con carne usata con parsimonia, più come un condimento.

6. ​Sostenere le imprese BIPOC, asiatiche e di proprietà di donne

Non è un segreto che la pandemia abbia svelato molte verità dolorose sull'ingiustizia nel sistema alimentare. Ora è il momento di riconoscere le aziende che hanno mancato di supporto e attenzione. Le guide di Esquire, Vice e Spoon University possono far sapere ai mangiatori come supportare queste attività.

7. Evitare carne grande, latticini e uova

La Doppia Piramide creata dal Barilla Center for Food & Nutrition evidenzia che anche i cibi peggiori per l'uomo possono danneggiare la salute del pianeta. E i prodotti animali industriali non sono solo in cima alla piramide, ma hanno un enorme impatto sui lavoratori, da quelli che lavorano negli allevamenti intensivi agli impianti di lavorazione. La carne e i latticini nutriti con erba e biologici tendono ad avere più Omega-3 e, ancora una volta, possono sostenere le economie locali.

8. Abbandonare gli alimenti ultra-elaborati

Mentre molti di noi hanno trovato conforto in biscotti, patatine e altri alimenti ultra-elaborati nell'ultimo anno, questi alimenti sono ricchi di grassi, sodio e zucchero e poveri di sostanze nutritive. Secondo un recente studio in Rete JAMA aperta, quelli di noi che erano sotto gli ordini di un rifugio sul posto guadagnavano circa mezzo chilo ogni 10 giorni o circa due libbre al mese. Ma non tutti gli alimenti trasformati sono cattivi: i cibi in scatola, in particolare quelli realizzati con i prodotti dei nostri orti, possono essere un modo sano e delizioso per risparmiare i prodotti. E disidratare ed essiccare erbe e verdure può far durare a lungo i nostri raccolti.

9. Fuga dal culto del fresco

Mentre la frutta e la verdura fresche sono nutrienti e deliziose, l'acquisto troppo zelante al supermercato o al mercato degli agricoltori può significare che molti di loro vanno sprecati. Le vendite di alimenti surgelati, comprese le verdure, sono aumentate durante la pandemia: sono convenienti, facili da usare e poiché vengono generalmente raccolti e congelati al loro apice, mantengono il loro valore nutrizionale.

Danielle Nierenberg è presidente di Food Tank ed esperta di agricoltura sostenibile e questioni alimentari. Ha scritto molto su genere e popolazione, la diffusione dell'allevamento intensivo nei paesi in via di sviluppo e le innovazioni nell'agricoltura sostenibile.


9 modi per mangiare per un pianeta più sano

Il sistema alimentare rappresenta oltre un terzo delle emissioni globali di gas serra, secondo un recente studio pubblicato su Cibo naturale.

Ma ad ogni pasto, i consumatori hanno l'opportunità di prendere decisioni rispettose del clima che riducono la loro impronta di carbonio. Dal mangiare stagionalmente all'adozione di una dieta vegetale, Food Tank sta evidenziando nove modi per mangiare bene e sostenere l'ambiente.

E sintonizzati alle 14:00 EDT il 28 aprile per la Giornata Stop Food Waste di Food Tank e Compass Group. Chef, responsabili politici, esperti del sistema alimentare e altri condivideranno modi efficaci in cui tutti possono ridurre la perdita di cibo e gli sprechi alimentari e sostenere l'ambiente. Scopri di più e registrati qui.

1. ​Mangiare

I cibi migliori sono quelli che non sprechiamo affatto. La maggior parte di noi mangia solo le cimette di verdure come i broccoli, ma le foglie possono essere gustose come contorno invece degli spinaci possono essere arrostite con le cimette o saltate con olio d'oliva e sale e pepe. Oppure lo chef Haile Thomas di The Happy Org suggerisce di fare il pesto con quasi tutto ciò che sta appassendo nel tuo frigorifero, comprese verdure sorprendenti come la lattuga. Miscelato con noci o pinoli e olio d'oliva, il pesto di lattuga può essere una deliziosa spalmata o utilizzato sulla pasta. Puoi ascoltare altri suggerimenti come questo dall'evento Compass Group e Food Tank Stop Food Waste Day.

2. Conosci il tuo contadino, conosci il tuo cibo

I cibi coltivati ​​a livello locale e regionale danno ai consumatori la possibilità di sapere chi coltiva il loro cibo e le pratiche agricole che usano. Poiché le scelte alimentari regionali non vengono spedite a centinaia o addirittura migliaia di miglia, tendono ad essere più deliziose. Hanno l'ulteriore vantaggio di contribuire all'economia locale. Non dimentichiamo che gli agricoltori locali e regionali sono stati in grado di fare da perno durante la pandemia e sono stati in grado di nutrire molti di noi.

3. Bontà perenne

Perenni, quelli che non hanno bisogno di essere piantati di anno in anno come le annuali, hanno diversi vantaggi. Secondo il Land Institute, le piante perenni non richiedono aratura annuale o applicazioni di erbicidi per crescere, quindi sono migliori per l'ambiente. Asparagi, uva, carciofi, rabarbaro e cereali come Kernza sono modi deliziosi per incorporare piante perenni nei tuoi pasti e c'è persino una birra fatta con Kernza!

4. ​Mangiare stagionalmente

La maggior parte di noi è abituata a procurarsi qualsiasi cibo desideri in qualsiasi periodo dell'anno, che si tratti di fragole a novembre o mirtilli a febbraio. Secondo FoodPrint, i prodotti di stagione di solito hanno un sapore migliore. E dicono che il cibo di stagione può essere più nutriente del cibo consumato fuori stagione.

5. ​Diventare incentrato sulla pianta

Dal lunedì senza carne al Veganuary, ci sono molte campagne che incoraggiano i consumatori a consumare meno o nessuna carne. E anche se diventare vegani o vegetariani potrebbe non essere adatto a tutti, ci sono molti vantaggi nel mangiare meno mangiare qualche giorno alla settimana. Chef e sostenitori come Dan Barber hanno sostenuto per anni di rendere le verdure il centro dei nostri piatti con carne usata con parsimonia, più come un condimento.

6. ​Sostenere le imprese BIPOC, asiatiche e di proprietà di donne

Non è un segreto che la pandemia abbia svelato molte verità dolorose sull'ingiustizia nel sistema alimentare. Ora è il momento di riconoscere le aziende che hanno mancato di supporto e attenzione. Le guide di Esquire, Vice e Spoon University possono far sapere ai mangiatori come supportare queste attività.

7. Evitare carne grande, latticini e uova

La Doppia Piramide creata dal Barilla Center for Food & Nutrition evidenzia che anche i cibi peggiori per l'uomo possono danneggiare la salute del pianeta. E i prodotti animali industriali non sono solo in cima alla piramide, ma hanno un enorme impatto sui lavoratori, da quelli che lavorano negli allevamenti intensivi agli impianti di lavorazione. La carne e i latticini nutriti con erba e biologici tendono ad avere più Omega-3 e, di nuovo, possono sostenere le economie locali.

8. Abbandonare gli alimenti ultra-elaborati

Mentre molti di noi hanno trovato conforto in biscotti, patatine e altri alimenti ultra-elaborati nell'ultimo anno, questi alimenti sono ricchi di grassi, sodio e zucchero e poveri di sostanze nutritive. Secondo un recente studio in Rete JAMA aperta, quelli di noi che erano sotto gli ordini di un rifugio sul posto guadagnavano circa mezzo chilo ogni 10 giorni o circa due libbre al mese. Ma non tutti gli alimenti trasformati sono cattivi: i cibi in scatola, in particolare quelli realizzati con i prodotti dei nostri orti, possono essere un modo sano e delizioso per risparmiare i prodotti. E disidratare ed essiccare erbe e verdure può far durare a lungo i nostri raccolti.

9. Fuga dal culto del fresco

Mentre la frutta e la verdura fresche sono nutrienti e deliziose, l'acquisto troppo zelante al supermercato o al mercato degli agricoltori può significare che molti di loro vanno sprecati. Le vendite di alimenti surgelati, comprese le verdure, sono aumentate durante la pandemia: sono convenienti, facili da usare e poiché vengono generalmente raccolti e congelati al loro apice, mantengono il loro valore nutrizionale.

Danielle Nierenberg è presidente di Food Tank ed esperta di agricoltura sostenibile e questioni alimentari. Ha scritto molto su genere e popolazione, la diffusione dell'allevamento intensivo nei paesi in via di sviluppo e le innovazioni nell'agricoltura sostenibile.


9 modi per mangiare per un pianeta più sano

Il sistema alimentare rappresenta oltre un terzo delle emissioni globali di gas serra, secondo un recente studio pubblicato su Cibo naturale.

Ma ad ogni pasto, i consumatori hanno l'opportunità di prendere decisioni rispettose del clima che riducono la loro impronta di carbonio. Dal mangiare stagionalmente all'adozione di una dieta vegetale, Food Tank sta evidenziando nove modi per mangiare bene e sostenere l'ambiente.

E sintonizzati alle 14:00 EDT il 28 aprile per la Giornata Stop Food Waste di Food Tank e Compass Group. Chef, responsabili politici, esperti del sistema alimentare e altri condivideranno modi efficaci in cui tutti possono ridurre la perdita di cibo e gli sprechi alimentari e sostenere l'ambiente. Scopri di più e registrati qui.

1. ​Mangiare

I cibi migliori sono quelli che non sprechiamo affatto. La maggior parte di noi mangia solo le cimette di verdure come i broccoli, ma le foglie possono essere gustose come contorno invece degli spinaci possono essere arrostite con le cimette o saltate con olio d'oliva e sale e pepe. Oppure lo chef Haile Thomas di The Happy Org suggerisce di fare il pesto con quasi tutto ciò che sta appassendo nel tuo frigorifero, comprese verdure sorprendenti come la lattuga. Miscelato con noci o pinoli e olio d'oliva, il pesto di lattuga può essere una deliziosa spalmata o utilizzato sulla pasta. Puoi ascoltare altri suggerimenti come questo dall'evento Compass Group e Food Tank Stop Food Waste Day.

2. Conosci il tuo contadino, conosci il tuo cibo

Gli alimenti coltivati ​​a livello locale e regionale offrono ai consumatori la possibilità di sapere chi coltiva il loro cibo e le pratiche agricole che usano. Poiché le scelte alimentari regionali non vengono spedite a centinaia o addirittura migliaia di miglia, tendono ad essere più deliziose. Hanno l'ulteriore vantaggio di contribuire all'economia locale. Non dimentichiamo che gli agricoltori locali e regionali sono stati in grado di fare da perno durante la pandemia e sono stati in grado di nutrire molti di noi.

3. Bontà perenne

Perenni, quelli che non hanno bisogno di essere piantati di anno in anno come le annuali, hanno diversi vantaggi. Secondo il Land Institute, le piante perenni non richiedono aratura annuale o applicazioni di erbicidi per crescere, quindi sono migliori per l'ambiente. Asparagi, uva, carciofi, rabarbaro e cereali come Kernza sono modi deliziosi per incorporare piante perenni nei tuoi pasti e c'è persino una birra fatta con Kernza!

4. ​Mangiare stagionalmente

Most of us are used to getting whatever foods we want at any time of year—whether it's strawberries in November or blueberries in February. According to FoodPrint in-season produce usually tastes better. And they say that seasonal food can be more nutritious than food consumed out of season.

5. ​Becoming Plant-Centric

From Meatless Mondays to Veganuary, there are a lot of campaigns encouraging eaters to consume less or no meat. And while going vegan or vegetarian may not be for everyone, there are lots of benefits to eating less eat a few days week. Chefs and advocates like Dan Barber have been advocating for years to make vegetables the centers of our plates with meat used sparingly, more like a condiment.

6. ​Supporting BIPOC, Asian, and Women-Owned Businesses

It's no secret that the pandemic has unveiled a lot of painful truths about inequity in the food system. Now is the time to recognize businesses that have lacked support and attention. Guides from Esquire, Vice, and Spoon University can let eaters know how to support these businesses.

7. Avoiding Big Meat, Dairy, and Eggs

The Double Pyramid created by the Barilla Center for Food & Nutrition highlights that foods that are the worst for human also can hurt planetary health. And industrial animal products are not only high on the pyramid, but they have a huge impact on workers—from those who work in factory farms to processing plants. Grass-fed and organic meat and dairy tend to have more Omega-3s and again, can support local economies.

8. Ditching Ultra-Processed Foods

While many of us have found comfort in cookies, chips, and other ultra-processed foods over the last year, these foods are high in fat, sodium, and sugar and low in nutrients. According to a recent study in JAMA Network Open, those of us who were under shelter-in-place orders gained about half a pound every 10 days or roughly two pounds per month. But not all processed foods are bad—canned foods, especially those made from produce from our gardens, can be a healthy and delicious way to save produce. And dehydrating and drying herbs and veggies can make our harvests last a long time.

9. Escape From the Cult of Fresh

While fresh fruits and vegetables are nutritious and delicious, overzealous buying at the grocery store or farmers market can mean that much of them go to waste. Frozen food sales, including vegetables, soared during the pandemic—they're convenient, easy to use, and because they're typically harvested and frozen at their peak, they maintain their nutritional value.

Danielle Nierenberg is the president of Food Tank and an expert on sustainable agriculture and food issues. She has written extensively on gender and population, the spread of factory farming in the developing world and innovations in sustainable agriculture.


9 Ways to Eat for a Healthier Planet

The food system accounts for more than one-third of global greenhouse gas emissions, according to a recent study published in Nature Food.

But with every meal, consumers have the opportunity to make climate-friendly decisions that reduce their carbon footprint. From eating seasonally to adopting a plant-forward diet, Food Tank is highlighting nine ways to eat well and support the environment.

And tune in at 2:00 p.m. EDT on April 28 for Food Tank and Compass Group's Stop Food Waste Day. Chefs, policymakers, food system experts, and more will share impactful ways that everyone can reduce food loss and food waste and support the environment. Learn more and register here.

1. ​Eat Up

The best foods are the ones we don't waste at all. Most of us only eat the florets from vegetables like broccoli, but the leaves can be tasty as a side dish instead of spinach they can be roasted with the florets or sautéed with olive oil and salt and pepper. Or Chef Haile Thomas of The Happy Org suggests making pesto of almost anything that is wilting in your refrigerator—including surprising veggies like lettuce. Blended with walnuts or pine nuts and olive oil, lettuce pesto can be a delicious spread or used on pasta. You can hear more tips like this one from the Compass Group and Food Tank Stop Food Waste Day event.

2. ​Know Your Farmer, Know Your Food

Locally and regionally grown foods give eaters a chance to know who grows their food and the farming practices they use. Because regional food choices are not shipped hundreds or, even, thousands of miles, they tend to be more delicious. They have the extra benefit of contributing to the local economy. Let's not forget that local and regional farmers were able to pivot during the pandemic and were able to keep many of us fed.

3. ​Perennial Goodness

Perennial, those that don't need to be planted from year to year like annuals, have several benefits. According to The Land Institute perennials do not require annual plowing or herbicide applications to grow so they're better for the environment. Asparagus, grapes, artichokes, rhubarb and grains like Kernza are delicious ways to incorporate perennials into your meals and there's even a beer made from Kernza!

4. ​Eating Seasonally

Most of us are used to getting whatever foods we want at any time of year—whether it's strawberries in November or blueberries in February. According to FoodPrint in-season produce usually tastes better. And they say that seasonal food can be more nutritious than food consumed out of season.

5. ​Becoming Plant-Centric

From Meatless Mondays to Veganuary, there are a lot of campaigns encouraging eaters to consume less or no meat. And while going vegan or vegetarian may not be for everyone, there are lots of benefits to eating less eat a few days week. Chefs and advocates like Dan Barber have been advocating for years to make vegetables the centers of our plates with meat used sparingly, more like a condiment.

6. ​Supporting BIPOC, Asian, and Women-Owned Businesses

It's no secret that the pandemic has unveiled a lot of painful truths about inequity in the food system. Now is the time to recognize businesses that have lacked support and attention. Guides from Esquire, Vice, and Spoon University can let eaters know how to support these businesses.

7. Avoiding Big Meat, Dairy, and Eggs

The Double Pyramid created by the Barilla Center for Food & Nutrition highlights that foods that are the worst for human also can hurt planetary health. And industrial animal products are not only high on the pyramid, but they have a huge impact on workers—from those who work in factory farms to processing plants. Grass-fed and organic meat and dairy tend to have more Omega-3s and again, can support local economies.

8. Ditching Ultra-Processed Foods

While many of us have found comfort in cookies, chips, and other ultra-processed foods over the last year, these foods are high in fat, sodium, and sugar and low in nutrients. According to a recent study in JAMA Network Open, those of us who were under shelter-in-place orders gained about half a pound every 10 days or roughly two pounds per month. But not all processed foods are bad—canned foods, especially those made from produce from our gardens, can be a healthy and delicious way to save produce. And dehydrating and drying herbs and veggies can make our harvests last a long time.

9. Escape From the Cult of Fresh

While fresh fruits and vegetables are nutritious and delicious, overzealous buying at the grocery store or farmers market can mean that much of them go to waste. Frozen food sales, including vegetables, soared during the pandemic—they're convenient, easy to use, and because they're typically harvested and frozen at their peak, they maintain their nutritional value.

Danielle Nierenberg is the president of Food Tank and an expert on sustainable agriculture and food issues. She has written extensively on gender and population, the spread of factory farming in the developing world and innovations in sustainable agriculture.


9 Ways to Eat for a Healthier Planet

The food system accounts for more than one-third of global greenhouse gas emissions, according to a recent study published in Nature Food.

But with every meal, consumers have the opportunity to make climate-friendly decisions that reduce their carbon footprint. From eating seasonally to adopting a plant-forward diet, Food Tank is highlighting nine ways to eat well and support the environment.

And tune in at 2:00 p.m. EDT on April 28 for Food Tank and Compass Group's Stop Food Waste Day. Chefs, policymakers, food system experts, and more will share impactful ways that everyone can reduce food loss and food waste and support the environment. Learn more and register here.

1. ​Eat Up

The best foods are the ones we don't waste at all. Most of us only eat the florets from vegetables like broccoli, but the leaves can be tasty as a side dish instead of spinach they can be roasted with the florets or sautéed with olive oil and salt and pepper. Or Chef Haile Thomas of The Happy Org suggests making pesto of almost anything that is wilting in your refrigerator—including surprising veggies like lettuce. Blended with walnuts or pine nuts and olive oil, lettuce pesto can be a delicious spread or used on pasta. You can hear more tips like this one from the Compass Group and Food Tank Stop Food Waste Day event.

2. ​Know Your Farmer, Know Your Food

Locally and regionally grown foods give eaters a chance to know who grows their food and the farming practices they use. Because regional food choices are not shipped hundreds or, even, thousands of miles, they tend to be more delicious. They have the extra benefit of contributing to the local economy. Let's not forget that local and regional farmers were able to pivot during the pandemic and were able to keep many of us fed.

3. ​Perennial Goodness

Perennial, those that don't need to be planted from year to year like annuals, have several benefits. According to The Land Institute perennials do not require annual plowing or herbicide applications to grow so they're better for the environment. Asparagus, grapes, artichokes, rhubarb and grains like Kernza are delicious ways to incorporate perennials into your meals and there's even a beer made from Kernza!

4. ​Eating Seasonally

Most of us are used to getting whatever foods we want at any time of year—whether it's strawberries in November or blueberries in February. According to FoodPrint in-season produce usually tastes better. And they say that seasonal food can be more nutritious than food consumed out of season.

5. ​Becoming Plant-Centric

From Meatless Mondays to Veganuary, there are a lot of campaigns encouraging eaters to consume less or no meat. And while going vegan or vegetarian may not be for everyone, there are lots of benefits to eating less eat a few days week. Chefs and advocates like Dan Barber have been advocating for years to make vegetables the centers of our plates with meat used sparingly, more like a condiment.

6. ​Supporting BIPOC, Asian, and Women-Owned Businesses

It's no secret that the pandemic has unveiled a lot of painful truths about inequity in the food system. Now is the time to recognize businesses that have lacked support and attention. Guides from Esquire, Vice, and Spoon University can let eaters know how to support these businesses.

7. Avoiding Big Meat, Dairy, and Eggs

The Double Pyramid created by the Barilla Center for Food & Nutrition highlights that foods that are the worst for human also can hurt planetary health. And industrial animal products are not only high on the pyramid, but they have a huge impact on workers—from those who work in factory farms to processing plants. Grass-fed and organic meat and dairy tend to have more Omega-3s and again, can support local economies.

8. Ditching Ultra-Processed Foods

While many of us have found comfort in cookies, chips, and other ultra-processed foods over the last year, these foods are high in fat, sodium, and sugar and low in nutrients. According to a recent study in JAMA Network Open, those of us who were under shelter-in-place orders gained about half a pound every 10 days or roughly two pounds per month. But not all processed foods are bad—canned foods, especially those made from produce from our gardens, can be a healthy and delicious way to save produce. And dehydrating and drying herbs and veggies can make our harvests last a long time.

9. Escape From the Cult of Fresh

While fresh fruits and vegetables are nutritious and delicious, overzealous buying at the grocery store or farmers market can mean that much of them go to waste. Frozen food sales, including vegetables, soared during the pandemic—they're convenient, easy to use, and because they're typically harvested and frozen at their peak, they maintain their nutritional value.

Danielle Nierenberg is the president of Food Tank and an expert on sustainable agriculture and food issues. She has written extensively on gender and population, the spread of factory farming in the developing world and innovations in sustainable agriculture.


9 Ways to Eat for a Healthier Planet

The food system accounts for more than one-third of global greenhouse gas emissions, according to a recent study published in Nature Food.

But with every meal, consumers have the opportunity to make climate-friendly decisions that reduce their carbon footprint. From eating seasonally to adopting a plant-forward diet, Food Tank is highlighting nine ways to eat well and support the environment.

And tune in at 2:00 p.m. EDT on April 28 for Food Tank and Compass Group's Stop Food Waste Day. Chefs, policymakers, food system experts, and more will share impactful ways that everyone can reduce food loss and food waste and support the environment. Learn more and register here.

1. ​Eat Up

The best foods are the ones we don't waste at all. Most of us only eat the florets from vegetables like broccoli, but the leaves can be tasty as a side dish instead of spinach they can be roasted with the florets or sautéed with olive oil and salt and pepper. Or Chef Haile Thomas of The Happy Org suggests making pesto of almost anything that is wilting in your refrigerator—including surprising veggies like lettuce. Blended with walnuts or pine nuts and olive oil, lettuce pesto can be a delicious spread or used on pasta. You can hear more tips like this one from the Compass Group and Food Tank Stop Food Waste Day event.

2. ​Know Your Farmer, Know Your Food

Locally and regionally grown foods give eaters a chance to know who grows their food and the farming practices they use. Because regional food choices are not shipped hundreds or, even, thousands of miles, they tend to be more delicious. They have the extra benefit of contributing to the local economy. Let's not forget that local and regional farmers were able to pivot during the pandemic and were able to keep many of us fed.

3. ​Perennial Goodness

Perennial, those that don't need to be planted from year to year like annuals, have several benefits. According to The Land Institute perennials do not require annual plowing or herbicide applications to grow so they're better for the environment. Asparagus, grapes, artichokes, rhubarb and grains like Kernza are delicious ways to incorporate perennials into your meals and there's even a beer made from Kernza!

4. ​Eating Seasonally

Most of us are used to getting whatever foods we want at any time of year—whether it's strawberries in November or blueberries in February. According to FoodPrint in-season produce usually tastes better. And they say that seasonal food can be more nutritious than food consumed out of season.

5. ​Becoming Plant-Centric

From Meatless Mondays to Veganuary, there are a lot of campaigns encouraging eaters to consume less or no meat. And while going vegan or vegetarian may not be for everyone, there are lots of benefits to eating less eat a few days week. Chefs and advocates like Dan Barber have been advocating for years to make vegetables the centers of our plates with meat used sparingly, more like a condiment.

6. ​Supporting BIPOC, Asian, and Women-Owned Businesses

It's no secret that the pandemic has unveiled a lot of painful truths about inequity in the food system. Now is the time to recognize businesses that have lacked support and attention. Guides from Esquire, Vice, and Spoon University can let eaters know how to support these businesses.

7. Avoiding Big Meat, Dairy, and Eggs

The Double Pyramid created by the Barilla Center for Food & Nutrition highlights that foods that are the worst for human also can hurt planetary health. And industrial animal products are not only high on the pyramid, but they have a huge impact on workers—from those who work in factory farms to processing plants. Grass-fed and organic meat and dairy tend to have more Omega-3s and again, can support local economies.

8. Ditching Ultra-Processed Foods

While many of us have found comfort in cookies, chips, and other ultra-processed foods over the last year, these foods are high in fat, sodium, and sugar and low in nutrients. According to a recent study in JAMA Network Open, those of us who were under shelter-in-place orders gained about half a pound every 10 days or roughly two pounds per month. But not all processed foods are bad—canned foods, especially those made from produce from our gardens, can be a healthy and delicious way to save produce. And dehydrating and drying herbs and veggies can make our harvests last a long time.

9. Escape From the Cult of Fresh

While fresh fruits and vegetables are nutritious and delicious, overzealous buying at the grocery store or farmers market can mean that much of them go to waste. Frozen food sales, including vegetables, soared during the pandemic—they're convenient, easy to use, and because they're typically harvested and frozen at their peak, they maintain their nutritional value.

Danielle Nierenberg is the president of Food Tank and an expert on sustainable agriculture and food issues. She has written extensively on gender and population, the spread of factory farming in the developing world and innovations in sustainable agriculture.


9 Ways to Eat for a Healthier Planet

The food system accounts for more than one-third of global greenhouse gas emissions, according to a recent study published in Nature Food.

But with every meal, consumers have the opportunity to make climate-friendly decisions that reduce their carbon footprint. From eating seasonally to adopting a plant-forward diet, Food Tank is highlighting nine ways to eat well and support the environment.

And tune in at 2:00 p.m. EDT on April 28 for Food Tank and Compass Group's Stop Food Waste Day. Chefs, policymakers, food system experts, and more will share impactful ways that everyone can reduce food loss and food waste and support the environment. Learn more and register here.

1. ​Eat Up

The best foods are the ones we don't waste at all. Most of us only eat the florets from vegetables like broccoli, but the leaves can be tasty as a side dish instead of spinach they can be roasted with the florets or sautéed with olive oil and salt and pepper. Or Chef Haile Thomas of The Happy Org suggests making pesto of almost anything that is wilting in your refrigerator—including surprising veggies like lettuce. Blended with walnuts or pine nuts and olive oil, lettuce pesto can be a delicious spread or used on pasta. You can hear more tips like this one from the Compass Group and Food Tank Stop Food Waste Day event.

2. ​Know Your Farmer, Know Your Food

Locally and regionally grown foods give eaters a chance to know who grows their food and the farming practices they use. Because regional food choices are not shipped hundreds or, even, thousands of miles, they tend to be more delicious. They have the extra benefit of contributing to the local economy. Let's not forget that local and regional farmers were able to pivot during the pandemic and were able to keep many of us fed.

3. ​Perennial Goodness

Perennial, those that don't need to be planted from year to year like annuals, have several benefits. According to The Land Institute perennials do not require annual plowing or herbicide applications to grow so they're better for the environment. Asparagus, grapes, artichokes, rhubarb and grains like Kernza are delicious ways to incorporate perennials into your meals and there's even a beer made from Kernza!

4. ​Eating Seasonally

Most of us are used to getting whatever foods we want at any time of year—whether it's strawberries in November or blueberries in February. According to FoodPrint in-season produce usually tastes better. And they say that seasonal food can be more nutritious than food consumed out of season.

5. ​Becoming Plant-Centric

From Meatless Mondays to Veganuary, there are a lot of campaigns encouraging eaters to consume less or no meat. And while going vegan or vegetarian may not be for everyone, there are lots of benefits to eating less eat a few days week. Chefs and advocates like Dan Barber have been advocating for years to make vegetables the centers of our plates with meat used sparingly, more like a condiment.

6. ​Supporting BIPOC, Asian, and Women-Owned Businesses

It's no secret that the pandemic has unveiled a lot of painful truths about inequity in the food system. Now is the time to recognize businesses that have lacked support and attention. Guides from Esquire, Vice, and Spoon University can let eaters know how to support these businesses.

7. Avoiding Big Meat, Dairy, and Eggs

The Double Pyramid created by the Barilla Center for Food & Nutrition highlights that foods that are the worst for human also can hurt planetary health. And industrial animal products are not only high on the pyramid, but they have a huge impact on workers—from those who work in factory farms to processing plants. Grass-fed and organic meat and dairy tend to have more Omega-3s and again, can support local economies.

8. Ditching Ultra-Processed Foods

While many of us have found comfort in cookies, chips, and other ultra-processed foods over the last year, these foods are high in fat, sodium, and sugar and low in nutrients. According to a recent study in JAMA Network Open, those of us who were under shelter-in-place orders gained about half a pound every 10 days or roughly two pounds per month. But not all processed foods are bad—canned foods, especially those made from produce from our gardens, can be a healthy and delicious way to save produce. And dehydrating and drying herbs and veggies can make our harvests last a long time.

9. Escape From the Cult of Fresh

While fresh fruits and vegetables are nutritious and delicious, overzealous buying at the grocery store or farmers market can mean that much of them go to waste. Frozen food sales, including vegetables, soared during the pandemic—they're convenient, easy to use, and because they're typically harvested and frozen at their peak, they maintain their nutritional value.

Danielle Nierenberg is the president of Food Tank and an expert on sustainable agriculture and food issues. She has written extensively on gender and population, the spread of factory farming in the developing world and innovations in sustainable agriculture.


Guarda il video: Alimentazione e Piramide alimentare (Gennaio 2022).